21 novembre 2010

Il Mistero del Bosco - Lucky McKee

Lucky McKee si è ormai capito che ha delle qualità registiche, e in questo The Woods lo dimostra con delle belle inquadrature e sontuosi movimenti di macchina (aiutato certamente dalle belle scenografie e dall'ottima fotografia). Ma alla fine resta solo quello! 

Purtroppo il punto debole del film è la sceneggiatura, che non decolla mai, non ti prende mai, e nonostante i rimandi a Suspiria gli manca la cattiveria (ormai andata!) di Argento. I personaggi sono stereotipati (però ottima la prova di Patricia Clarkson) e poco sviluppati, tanto che molti di questi non hanno ragione di esistere, sembrano  arredamento. Il finale è anche sbrigativo e poco chiaro, con il padre che inspiegabilmente passa da coglione a Ash (è pur sempre Bruce Campbell!), e c'è tanta, ma tanta, confusione. 

Una discesa per la nuova promessa dell'horror Mckee, dopo il bellissimo May e l'interessante Sick Girl, che si ripara in uno script convenzionale e poco coraggioso, lasciandoci però capire che  potremmo aspettarci un vero salto di qualità... a patto che le storie se le scriva lui!

 photo FlagofUnitedStates_zps116c00fa.pngIMDb 

2 commenti:

  1. sottoscrivo in pieno! Nemmeno il buon Bruce è riuscito a risollevare la situazione...

    RispondiElimina
  2. è un vero peccato, hanno sprecato dell'ottimo potenziale. tecnicamente il film non è affatto male!

    RispondiElimina