07 novembre 2010

Predators - Nimród Antal

Di Antal, prima di Predators, avevo visto Blindato e Vacancy. Fanno abbastanza cagare! 

Però poi è uscito Predators, e mi son detto "Che faccio? Non mi vedo Predators nonostante sia di Antal?" 
Il film proprio spregevole non è. È girato bene, in modo semplice ma divertente. Ed ha persino ben 2, e sottolineo 2, pregi: 1) i Predators, che indossano le carcasse delle vittime sono fighi, e 2) la scena delle cascate, che è davvero bella e degna di nota. 
Ma i difetti, ahimè, sono maggiori dei pregi. Brody, che a quanto pare fa qualsiasi film gli venga proposto (vedi l'ultimo Argento... anzi non lo vedete che è meglio.), è poco credibile nella parte dell'eroe-cazzuto-a-tratti-bastardo-ma-in-fondo-buono, la sceneggiatura che doveva essere di circa 3 pagine (copertina inclusa), il tipo yakuza con katana e ovviamente muto (che è cool, ma pure basta!), e il benedetto CGI nel finale, che poteva essere fatto decisamente meglio. 
Il personaggio di Brody poi fa ben due citazione: la prima da Hemingway (e scusatemi se è poco) "Non c'è caccia come la caccia all'uomo e quelli che hanno cacciato a lungo uomini armati provando piacere a farlo non hanno più interesse per nient'altro", e la seconda da Raoul Bova in Alien Vs Predators "Il nemico del mio nemico è mio amico". 
 Ma in fondo si può pure fare...

 photo FlagofUnitedStates_zps116c00fa.pngIMDb 

0 commenti:

Posta un commento