01 novembre 2010

Red - Trygve Allister Diesen, Lucky McKee

Brian Cox in questo Red è mostruoso, un vero gigante dell'arte recitativa. 
Il film, tratto da un libro di Jack Ketchum, è secco ed essenziale. Ha una messa in scena praticamente elementare, ma allo stesso tempo carica di tensione. Una tensione che cresce lenta, poco per volta, che arriva quasi a disturbare. Dopo la violenza iniziale, piena di cattiveria e di brutalità gratuita (la famigliola è veramente odiosa!), il film rallenta, si carica come una molla, pronta ad esplodere fino al finale... che non lascia scampo. 

Questo è un film di attesa, un'attesa della verità e delle giustizia, che poi si trasforma in uno stupido gioco di orgoglio, dove nessuno dei protagonisti cede ai propri (anche ambigui e stupidi) ideali. Un film ingiustamente ignorato, con un grandissimo Cox (l'ho già detto, lo so!) e dei bravissimi comprimari come Sizemore, quello che fa il ragazzino e Robert Englund

Da recuperare.


 photo FlagofUnitedStates_zps116c00fa.pngIMDb 

4 commenti:

  1. bravo frank! ottimo film, piaciuto anche a me, permettimi di proporti anche la mia rece: http://robydickfilms.blogspot.com/2010/09/red.html
    ciao

    RispondiElimina
  2. il film mi ha lasciato di stucco quando l'ho visto, non me l'aspettavo!. l'avevo preso sopratutto per la regia di McKee (poi ho scoperto che è stato cacciato dal set) del quale avevo visto l'inquietante May.

    RispondiElimina
  3. Cox davvero fenomenale. Lucky McKee è un regista interessantissimo (May meraviglia ma vogliamo parlare di The Woman? Mi verrebbe quasi da scrivere Capolavoro....).

    RispondiElimina
  4. cox è immenso, mckee qui non ha lasciato molto il segno ma si è rifatto alla grande con the woman ;)

    RispondiElimina