28 dicembre 2010

Eden Lake - James Watkins

Thriller/Horror dai sapori antichi. Antichi perchè il survival è ormai un genere "leggermente" fuori moda (vi ricordate Un tranquillo weekend di paura?). Ma nonostante questa eredità Eden Lake si difende bene. 

Riesce a mescolare elementi tipici di questo genere di film con elementi dell'horror moderno: la violenza realistica ed efferata dei Francesi (il paragone con Ils in questo caso e d'obbligo) e i torture vari come Hostel e Saw. In più, rispetto al passato, Watkins dona un buon spessore psicologico ai personaggi, compresi i membri della feroce banda di bambocci (quello delle bande minorili sono tema cruciale in Inghilterra). 


Insomma buon thriller-bucolico con ottimo finale (e non è poco!). 

Una discesa all'inferno, dove al posto di demoni o figure mitologiche/fantastiche, di Jason o di Michael, ci sono ragazzini spietati  dall'aspetto normale ma con il marcio dentro, un marcio trasmessogli attraverso il DNA. 

Ottimi i due protagonisti, la bella Reilly (L'appartamento Spagnolo, The Libertine) e Fassbender (Inglourious Basterds, Town Creek), gli stronzetti e il regista/sceneggiatore James Watkins (in seguito colpevole della sceneggiatura di Descent 2).

 photo FlagofUnitedKingdom_zps214cb752.pngIMDb 

6 commenti:

  1. i bambini marci sono sempre interessanti... :)
    ciao fratello!

    RispondiElimina
  2. la nuova scena horror britannica è interessante, questo ho in programma di vederlo...

    RispondiElimina
  3. Ottimo film veramente! La cosa realizzata meglio è la contaminazione da parte di questi bulli del paradiso ricreato dalla coppietta, facendo diventare la stessa parola come una pura utopia...

    RispondiElimina
  4. i bastardelli in un film fanno sempre la loro porca figura. ultimamente in inghilterra stanno facendo cosette molto interessanti, sono i padri di roba tipo shaun of the dead e the descent, tra alti e bassi almeno da loro il genere continua a essere prodotto.

    RispondiElimina
  5. Ciao Frank!

    D'accordo su tutto anche se non mi sei sembrato tanto entusiasta come il sottoscritto...

    Fassbender guardalo in Fish Tank, è veramente un grande.
    Ciao!

    RispondiElimina
  6. si in effetti non sembro tanto entusiasta, ma ti assicuro che ho molto apprezzato il film! sarà che forse mi ci è voluto un po' per assimilarlo, aiutato anche da una seconda visione successiva alla recensione.

    Fassbender non mi sta dispiacendo, grazie per la segnalazione :D

    RispondiElimina