10 dicembre 2010

Global Metal - Sam Dunn, Scot McFadyen

Prima di parlare di Global Metal, è doveroso parlare del documentario precedente di questi due signori, dal titolo Metal: A Headbanger's Journey, dove l'antropologo-metallaro Sam Dunn fa un excursus sulla nascita, l'evoluzione, i fan, la religione, le credenze e le leggende che ruotano intorno al fenomeno del'heavy metal. 
In questo secondo documentario, Global Metal, il capellone Sam indaga sulla globalizzazione del metal, ovvero del metal in paesi come Brasile, Giappone, India, Indonesia, Iran o Israele. Come il primo documentario, anche quest'ultimo è costruito sulle interviste di Sam con musicisti, produttori, organizzatori di festival e semplici fan. 
Global Metal mostra come il metal sia in alcuni paesi qualcosa di straordinario, qualcosa molto più vicino a quello che fu la nascita della musica rock negli anni '50, e soprattutto della universalità del metal... chiudo con le parole finali del film:
"Ho realizzato in questi giorni che il metal fa parte della globalizzazione, e che qualcosa di unico sta accadendo. Il metal collega la gente, nonostante le loro diverse culture, politiche e religiose. E questa gente non assorbe semplicemente il metal occidentale, essi la trasformano in base al loro punto di vista, inserendo aspetti della loro cultura tradizionale. Un voce per esprimere l'insoddisfazione del caos, dell'incertezza che li circonda e di una società in rapido cambiamento. E per i metallari di tutto il mondo è più di musica. Più di un identità. Metal è libertà, e tutti insieme siamo ora un'unica grande famiglia."

Tutti fedeli devoti di un solo Dio... Ronnie James Dio!!!

 photo FlagofCanada_zpsf9eb1a99.pngIMDb 

0 commenti:

Posta un commento