11 marzo 2011

Senza Esclusione di Colpi - Newt Arnold

Eccoci qui, di nuovo riuniti a parlare di un'altra pietra miliare del Van Damme Cinema. Questa volta siamo di fronte addirittura ad un biopic. 
Non fate quelle facce, È VERO!

Ovviamente la storia è stata romanzata, ma come si può dubitare del fatto che il vero Frank Dux (o qui) sia stato il miglior pilota degli Stati Uniti? E che l'Interpol mandi due agenti per intercettarlo e riportarlo a casa, perché tanto prezioso? Come non credere che abbia partecipato a un torneo segretissimo? Oppure che non abbia trovato in tre giorni l'amicizia di un'intera vita e l'amore?
Siete degli illusi se credete che tutto ciò non sia realmente accaduto! 
E' TUTTO VERO!!! 

Parlando del film non c'è molto da dire in più  rispetto a Lionheart o Kickboxer, ma mi ripeto per i distratti che si sono persi le puntate precedenti. Allora: la storia sembra scritta da un bambino di 4 anni con gravi danni cerebrali coadiuvato da un collega duenne per i dialoghi; abbigliamento e pettinatura di Van Damme sono improponibili, come sempre; c'è la solita scena comica, così come non manca quella dove Van Damme viene legato in allenamento per fare le celebri spaccate; non mancano ovviamente i rallenty e i "uuuueeeee" con i muscoli in tensione ecc. ecc. Insomma le solite cose. Le solite FANTASTICHE cose che mi spingono ogni volta in questa magnifica avventura, e che alla fine mi fanno gridare JEAN-CLAUDE VAAAANNNNN DAAAAAMMMMEEEEE!!!!!

Le tre epoche del maestrissimo


Una delle scene più inutili della storia del cinema.
ps - quella più inutile di tutte, è sempre in questo film.

Il colpo ai coglioni alla Van Damme con spaccata


Inizio della finale con il cattivo


"OOHHH DDIODIODIODIODIODIO!!!"

Le 10 cose che ho imparato da questo film:
1) Un ragazzo che negli anni '80 ha circa 25 anni, nei suoi ricordi di bambino è sempre negli anni '80!
2) Essendo il tempo relativo, un Giapponese è sempre uguale anche dopo decadi.
3) Per trovare un maestro fortissimo di karate è necessario prima derubarlo.
4) Per decidere chi sia il cattivo del film, basta indicare a caso uno dei partecipanti al torneo e minacciarlo di morte... da allora in avanti verrà odiato da tutti!
5) Una bandana della Harley Davidson è il segreto per essere campionissimo di botte.
6) Per imparare il karate devi essere bastonato random in varie parti del corpo, facendo finta di niente.
7) L'afferrarsi il pollice è un'antica e segreta mossa di karate.
8) Servire il tè bendato ti sarà utile quando nella finalissima il cattivissimo sicuramente ti accecherà.
9) Le battute di merda, anche se pronunciate da Forest Whitaker restano battute di merda.
10) Jean-Claude è campionissimo di botte pure sul videogame di botte.

nota: La trama riportata sul retro del dvd, edito da Stormvideo, è leggermente diversa da quella del film e tutto ciò è... bellissimo.



 photo FlagofUnitedStates_zps116c00fa.pngIMDb 

7 commenti:

  1. ahahah! no comment sul film, ma il post è stupenderrimo! :D
    "Una delle scene più inutile della storia del cinema.
    ps - quella più inutile di tutte, è sempre in questo film." affermazione indubitabile!

    RispondiElimina
  2. Frank, questo è davvero un supercult!
    E mi hai rispolverato anche l'inutile scena della mutanda, impagabile!
    Grandissimo!
    Ad ogni modo, voglio assolutamente il dvd, che non riesco a trovare da nessuna parte!

    RispondiElimina
  3. grazie roby! cmq è vero, esiste un altra scena ancora più inutile di quella delle mutande... non l'ho messa per amore della settima arte.

    James per avere il dvd devi dimostrare il tuo valore, esattamente come per partecipare al kumitè. sai fare la spaccata?

    RispondiElimina
  4. Frank, se provo a fare la spaccata devo rinunciare per troppo tempo alle attività erotiche, ai miei occhi molto più importanti della spaccata stessa, quindi direi che potrei partecipare al kumitè senza preoccuparmi troppo della tecnica.
    Una specie di Jackson, insomma.

    RispondiElimina
  5. Ti ricordo che Jackson ha dimostrato il suo valore spaccando un mattone con la testa... e poi lui aveva la bandana della Harley! Tu hai la bandana della Harley?

    RispondiElimina
  6. Ahahahaha sta recensione è veramente divertente Frank, non so perchè ma quando parli di Van Damme, dai il meglio te in quanto ad ironia.... detto questo, il film ancora adesso mi entusiasma, ragazzi qui appare perfino il premio oscar Forest Whitaker, sinceramente non so, se ne sia fiero!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cinefilo, ma devo ammettere che con van damme è tutto molto facile e naturale ;)
      io fossi in whitaker me ne vanterei alla grande, considerando pure che aveva già fatto Platoon, Good Morning Vietnam e Il Colore dei soldi!

      Elimina