20 marzo 2011

Ubaldo Terzani Horror Show - Gabriele Albanesi (RIFF2011)

Ubaldo Terzani Horror Show
Frank Manila (mi sto dando un tono!) in questi giorni si è trasferito al Rome Independent Film Festival, ma anche solo RIFF va bene. Per la mia prima serata (la seconda del festival) mi sono trovato l'horror, e non un horror qualsiasi, ma l'horror italiano!

Ubaldo Terzani Horror Show è la seconda prova da regista di Albanesi, dopo Il Bosco Fuori (che era una robetta semi-amatoriale splatterosa recitata malissimo). Il giovane Albanesi questa volta ha qualche soldino in più, ma il risultato finale non cambia di molto. 

La trama è veramente idiota, a tratti forzatissima e con dei dialoghi imbarazzanti. Ve la racconto brevemente. 
Ci sta una giovane regista che deve scrivere il suo nuovo film con uno scrittore horror affermato (sì, proprio Ubaldo Terzani!) che altri non è che un pazzo omicida... capito che roba? 

Rispetto a Il Bosco Fuori si alza il livello recitativo (bravi Sassanelli e Soleri) ma regia, sceneggiatura e fotografia restano bassissimi. Pochi i momenti truculenti o di tensione, con un Sassanelli che non sa più che inventarsi per dare spessore ad un personaggio che, molto probabilmente, già sulla carta aveva ben poca roba. 

Apprezzo gli sforzi di Albanesi e Curti (il produttore) per aver cercato  di riportare l'horror in Italia... ma se i risultati devono essere questi, io fossi in loro lascerei perdere!

Qui le strepitose copertine dei finti libri di Ubaldo Terzani fatte dall'illustratore Enrico Galli:
            


Il sito del RIFF linkato, al momento, è stato hackerato da un commando Kosovaro, con tanto di frase che dice "Don't Fuck With Albanian Hackers"... attendo sviluppi!

9 commenti:

  1. ci mancavano pure gli hacker kossovari...

    RispondiElimina
  2. Sembra così trash che mi viene quasi voglia di vederlo! ;)

    RispondiElimina
  3. io speravo che- almeno a livello tecnico- ci fosse stata un'evoluzione, mannaggia...

    gli hacker albanesi! questa mi mancava :D

    RispondiElimina
  4. non si è ben capito cosa volessero gli hacker kossovari... oggi mi informo meglio, ma non credo che quelli del riff ne sappiano più di me!

    il film è quello che è. ci sta una certa ricerca autoriale di albanesi nel cercare l'inquadratura più cool, ma ne becca una su 200. la sceneggiatura e gran parte degli attori è ancora da oratorio. a fronte di questo lavoro io rivaluto Il Bosco Fuori, dove almeno si spruzzava sangue random!

    RispondiElimina
  5. Albanesi ha avuto fortuna a farsi produrre il primo film e ad avere per lo stesso la partecipazione di Stivaletti, cosa che gli ha giovato molto nella scalata alla visibilità.. detto questo però non è che stia dimostrando tanta stoffa... tira fuori le palle Gabriè!

    RispondiElimina
  6. Secondo film stupido che ha diretto, di horror se ne vede poco e niente; ha un grande futuro come regista di film trash.

    RispondiElimina
  7. i film trash bisogna anche saperli fare!

    RispondiElimina
  8. Recensione troppo severa e ingiusta, Terzani mi è sembrato invece un buon film... un originale horror "dialogico", con una tensione crescente e personaggi memorabili (Terzani non si dimentica). Più profondo dei soliti slasherini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ho trovato i dialoghi veramente al limite del cerebroleso che girano attorno ad un intreccio che non c'è.
      è molto più vicino, nelle intenzioni, al giallo che allo slasher.
      poi ognuno ha la sua visione e su questo non ci piove, e son contento che ti sia piaciuto perché vedere un bel film è sempre meglio che vederne uno brutto. per me resta insalvabile su tutti i fronti!

      Elimina