30 marzo 2011

Vigilante - William Lustig

vigilante
Dopo essere stato folgorato dalla visione di Maniac, non potevo farmi mancare le altre produzioni di Lustig
Questa volta è toccato a Vigilante

Nonostante il titolo, che presenta il film come se fosse una specie de Il Giustiziere della Notte, trattasi più un film di vendetta. I vigilantes certo non mancano, ma le azioni del protagonista non sono certamente dirette verso una pulizia (o giustizia) totale, ma solo personale, mirata e diretta. Come fa notare Roby, ogni qualvolta che ci si ritrova un film del genere, nasce una diatriba interiore circa le azioni dei protagonisti. Sono giuste o sbagliate? E più ci pensi, più non ne vieni a capo. 

Il film, soprattutto nelle parti action, è molto datato, lo definirei alla vecchia maniera, quindi a qualcuno ormai abituato a cose ben diverse potrebbe risultare quasi ridicolo. Lustig molte volte cela lo sguardo della macchina da presa sulle violenze, infatti, a parte due sparatorie (alla Walter Hill), non mostra mai nel dettaglio corpi martoriati o quant'altro. Opta per inquadrature strette nei corpo a corpo, nasconde lo stupro di inizio film, alza la macchina durante le coltellate subite dalla moglie del protagonista e attua una visione suggerita dell'omicidio del figlioletto (una scena sublime). 

Siamo certamente lontani da Maniac, che risulta molto più malato e malsano, ma solo perché Vigilante si spinge verso altre strade, molto più exploitation. Il cast presenta due attori cult dell'epoca come Robert Forster e Fred Williamson, nonché in una piccola parte il mitico Joe Spinell.

 photo FlagofUnitedStates_zps116c00fa.pngIMDb 

3 commenti:

  1. bella frank, mi fa piacere lo hai apprezzato!
    condivido in toto quanto dici.
    mitico Williamson, era la prima volta che lo vedevo, poi di recente l'ho ammirato anche con Castellari.

    RispondiElimina
  2. Andrò in recupero rispetto a entrambi!
    Frank, mi stai fornendo parecchie perle ultimamente!

    RispondiElimina
  3. grazie roby, e grazie soprattutto per avermi illuminato su Lustig! williamson è un mito, è presente in molti cult: da I guerrieri del Bronx (sempre Castellari) a Dal tramonto all'alba.

    James stavolta dovresti ringraziare di più roby, è tutto merito suo. Comunque presto arriva un altro Lustig doc!

    RispondiElimina