19 aprile 2011

Cobra - George P. Cosmatos

Auto-gasatomi col post I Falchi della Notte, dove citavo a caso il film, mi son detto: "quasi quasi me lo rivedo!". E così l'ho rivisto! Cobra è un classico esempio del cinema Stalloniano anni '80... col successivo Over The Top si sarebbe raggiunto il Top. Cobra narra le vicende di uno sbirro di nome Marion Cobretti detto Cobracapito no? Cobretti... Cobra... che geni!- un uomo che nell'infanzia ha subito tutte le angherie dei bimbi del vicinato per via del suo nome, leggermente poco maschile. Solo una volta entrato nel corpo di polizia di Los Angeles, Marion riuscirà a lasciarsi alle spalle il suo passato e dedicarsi anima e corpo alla protezione dei più deboli. Tutta questa parte nel film manca, ma sono convinto che le cose siano andate esattamente così. Il film parte da quando Marion, deve vedersela con una setta di idioti che durante le riunioni domenicali fanno sbattere tra loro le asce, mentre durante i giorni feriali ammazzano gente random, non si capisce bene per quale motivo... ah e poi deve proteggere la sua nuova futura donna... ops questo mi sa che è spoiler! 
Scritto da Stallone in persona (malelingue asseriscono che in realtà sia tutta opera del suo labbro), il film è quello che esattamente uno può immaginarsi: sparatorie, i capi della polizia che danno contro a Marion per i suoi metodi brutali, i cattivi che sembrano sempre vittime di diarrea cronica per tutto il sudore freddo ecc. 
Facendo ricerche scopro che il film è tratto addirittura da un libro, indagando scopro anche che dallo stesso libro (Fair Game) hanno tratto anche un altro film, dal titolo Facile Preda. Incuriosito vado a leggerne la trama e, oltre al fatto che il protagonista non si chiama Marion, scopro che la storia è totalmente diversa. Ecco i miei quesiti: chi è stato più fedele? Stallone, oltre a saper scrivere, sa anche leggere? Avrà usato un audio-libro?

10 commenti:

  1. troppe risate mi son fatto a leggere! :D
    già sconvolgente che stallion sappia leggere ma che addirittura abbia letto un intero libro sembra fantascienza, ahahah!

    RispondiElimina
  2. Frank, post grandissimo, davvero.
    Direi all'altezza di Cobra e del labbro di Stallone.
    Ad ogni modo, il vecchio Sly sa scrivere eccome, il primo Rocky è un esempio lampante di sceneggiatura solidissima.
    Il fatto è che, in quegli anni, secondo me gli steroidi influivano sulla sua resa cerebrale ed andavano ad alimentare i muscoli del labbro.

    RispondiElimina
  3. Quoto appieno MrFord.
    Però cobra era il mito delle mie scuole elementari... tutti con gli occhiali scuri e stecchino in bocca, sai che bei bimbiminkia che eravamo?

    RispondiElimina
  4. @roby: grazie roby! lo so, ci sono cose che uno non immaginerebbe mai.

    @james: troppo buono. non volevo assolutamente denigrare la scrittura di sly, come ben sai sono un fan totale di sylvester, il cui talento ha regalato al mondo perle come over the top, rocky, rambo e soprattutto cliffangher.

    @eddy: il mio mito delle elementari era principalmente van damme! stallone mi piaceva e c'è stato pure un periodo che giocavo a rambo con fascia rossa in testa ecc., ma il mio mito maggiore era sempre jean-claude.

    RispondiElimina
  5. Il film piu' tamarro di Stallone,secondo solo a "Taverna Paradiso".Il grande Sly,per darsi un tono, taglia la pizza con la forbice!Grande recensione, Frank.Ti stimo sempre di piu'.Reni Santoni é il piu' grande caratterista sconosciuto degli anni ottanta.Mi si dirà "e chi se ne frega?"Un saluto.

    RispondiElimina
  6. grazie infinite belushi, sempre troppo bbuono!
    la scena delle forbici è di una inutilità quasi pari a quella di van damme che si aggiusta le mutande! Reni Santoni è il classico attore che hai visto milioni di volte ma non ricordi né il nome né in quali film... infatti sono andato a vedere su google, per associare nome a volto! :D

    RispondiElimina
  7. Sylvester Stallone schiva proiettili e vamp allo stesso modo.
    Vamp vichinga che all’epoca era la sua consorte nella realtà.

    RispondiElimina
  8. sly schiva meglio di neo di matrix :D

    RispondiElimina
  9. Bè se pensiamo che oltre Stallone in questo film troviamo quella che era a suo tempo sua moglie, Brigitte Nielsen, non possiamo sorprenderci della qualità non eccelsa della pellicola, però ricordo una frase che tuttora mi affascina, ossia: tu sei la malattia, io la cura!!!!!A proposito frank ma facile preda sarebbe il film con Cindy Crawford e William Baldwin?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la qualità non sarà eccelsa ma è talmente mitico che non si può non adorare :D
      si il film è quello con la crawford e baldwin, e leggendo il cast anche c'è anche una Salma Hayek pre-notorietà.

      Elimina