09 aprile 2011

The Goods: Live Hard, Sell Hard - Neal Brennan

Dietro questo film ci stanno McKay e Ferrell, e se qualcuno sa anche lontanamente chi sono questi due signori, può capire già da subito che tipo di film possa essere questo The Goods. Per chi non lo sapesse McKay e Ferrell sono i responsabili di chicche, super idiote (che a me piacciono tanto tanto), tipo Anchorman, Ricky Bobby, Hot Rod e The Other Guys. Ma nonostante cotante credenziali The Goods, nel quale non manca qualche bel momento, non raggiunge nessuna delle vette dei film appena citati. Sarà perché i due signori di prima figurano come produttori, e Ferrell fa solo un mistico cammeo? 
Come dicevo poco fa, alcuni momenti ci sono e qualche assurdità o personaggio azzeccato pure (per esempio la boy-band di sfigati trentenni!). Ma gli manca di qualcosa, gli manca di carisma e forse anche di quel sano cinismo, che non può essere del tutto sostituito dalla lap-dance
Quello che consiglio è, se non l'avete già fatto, di vedere per prima cosa i capostipiti del ritardato movie. Poi se proprio vi sono piaciuti, ed avete ormai anche raschiato il fondo del barile (oltre quelli citati ce ne sono altri!), potete recuperare anche questo The Goods, almeno per completezza... in poche parole dovete essere veramente motivati e ben disposti!

4 commenti:

  1. son barili che non m'attirano, ma ammiro il modo con cui li raschi, ahah!
    ciao! :)

    RispondiElimina
  2. il raschiamento dei barili può essere anche un'arte ;)

    RispondiElimina
  3. Sono anch'io un grande sostenitore di Ferrel e McKay!Raschio volentieri il barile, sono cintura nera in questa disciplina.Grazie Frank,questo mi era sfuggito.Ciaooo!

    RispondiElimina
  4. ciaoo belushi! contento che ti piacciano i film di ferrel e mckay... trovare estimatori di questo tipo di comicità è veramente difficile, trovare raschiatori è quasi impossibile :D

    RispondiElimina