22 maggio 2011

Agenzia Riccardo Finzi, praticamente detective - Bruno Corbucci

Eccoci tornati alla premiata ditta Corbucci-Amendola-Pozzetto e praticamente potrei fare il copia-incolla della volta precedente (La Casa Stregata). 

Anche in questo caso, un genere popolare viene mischiato alla commedia e l'unica grande differenza è che stavolta Corbucci e Amendola hanno tratto la storia da un libro di Luciano Secchi, alias Max Bunker (avete presente Satanik, Kriminal o Alan Ford?). 

Pozzetto è ovviamente la prima donna, a suo agio nell'interpretare un Detective Privato... che non la smette di dire a tutti che è un detective privato! 

Un film divertente, nulla più, con un intreccio ed un finale alla Agatha Christie, e questo lo dico tanto per farvi capire cosa abbiamo davanti. Come sempre alcune gag funzionano altre no, ma su questo ormai ci abbiamo fatto il callo. Da segnalare la presenza di Enzo Cannavale nella parte dell'ex carabiniere aiutante di Finzi, e di Lory Del Santo che nei pochi minuti che è in scena ha il tempo di mostrare le sue forme peroidali. Bruno Corbucci sempre di mestiere.

5 commenti:

  1. Io con Pozzetto mi sono fermato a "Mia Moglie è una Strega", salvo poi ritornarci con "Da Grande". Uno dei miei miti di gioventù; da urlo "Fico D'India" e "La Patata Bollente". Ma anche "Due Cuori e una Cappella".

    RispondiElimina
  2. ciao harmonica! "mia moglie è una strega" arriverà a breve anche da queste parti. "da grande" me lo ricordo benissimo! degli altri ho vaghi ricordi, e credo che prima o poi me li sparerò ;)

    RispondiElimina
  3. Eh,Eh! E' un film che mi fa ancora molto ridere.Specie quando i vecchi clienti della mignotta citofonano a casa. Questa estate ho rivisto sia "Saxofone", dello stesso Pozzetto, che "Sono Fotogenico" di Risi e li ho trovati degli ottimi film.Grande il recupero di queste commedie,FRank!Onore a te!Un saluto!

    RispondiElimina
  4. sono sempre una bella visione. sto rispolverando tutte le commedie italiane viste anni fa nei vari passaggi televisivi. restano sempre un'ottima spensierata visione, se poi continuano a far ridere... tanto meglio!
    grazie come sempre belushi.

    RispondiElimina
  5. Ecco, mi ero dimenticato di "Sono Fotogenico", un'altro Pozzetto al suo meglio, come pure dell'episodio surreale in "Io tigro, tu tigri, egli tigra" con un Pozzetto che guida un motocarro da corsa.

    RispondiElimina