05 maggio 2011

Cimitero Vivente - Mary Lambert

Qualche tempo fa ricordavo gli insegnamenti tratti da questo film, che ancora oggi non sono stati tanto recepiti. 
Cimitero Vivente (Pat Sematary) è un classico horror della mia infanzia al quale sono legato sentimentalmente e, nonostante qualche bruttura, banalità e derivazione generale, mi è veramente difficile denigrarlo... lo so benissimo che è un film sopravvalutato! 

Proprio a causa del mio legame, passo facilmente sopra al fatto che il bimbo malefico sembra un miscuglio di Omen e Chucky, che il fantasma amico è molto simile a quello di Un Lupo Mannaro Americano a Londra e che gran parte della vicenda è ispirata da Zeder di Avati. Il film per me, nonostante tutto, continua a mantenere un certo fascino e mi tocca ammettere che tecnicamente risulta più che valido (specialmente per l'epoca) e che qualche brividino ancora lo suscita. 
Parlo col cuore, con la nostalgia di quelle nottate d'estate dei primi anni '90 passate davanti alla tv, quando mi coprivo gli occhi con le manine aperte per vedere e non vedere... poi durante la pubblicità si abbassava il volume e si passava furtivamente a Colpo Grosso!

immagine di repertorio dell'epoca
Che tempi!


[edit - 06/05/2011] - su segnalazione di Harmonica, e come doverosa precisazione al post.

17 commenti:

  1. 'sto colpo grosso compare spesso qua! :D

    RispondiElimina
  2. Grande Frank!
    Io, di solito, le cose alla Colpo grosso le guardavo alla fine del film, per andare a letto più rilassato! ;)

    RispondiElimina
  3. lo ricordo poco questo film. dovrei cercarlo e rinfrescarmi la memoria

    RispondiElimina
  4. Pensa che ho letto il libro moooolti anni fa e il film lo vidi qulache anno fa in meno. Belli forte (e smettila di denigrare ww! ;) ), ma meglio il romanzo si Stephen King.
    Io colpo grosso lo guardavo nascosto dietro un muro del corridoio che portava in camera mia... XD

    RispondiElimina
  5. @roby: Colpo Grosso è stato un must del periodo... quindi è inevitabile che ogni tanto venga fuori! Poi ero un fan :D

    @James: Eri già colmo di saggezza all'epoca ;)

    @Pupottina: Si ogni tanto fare un ripasso, è cosa giusta!

    @Eddy: Il libro mi manca, questo è un film che dovrebbe essere denigrato (è uno dei grandi sopravvalutati!) però mi riesce sempre difficile. Non ho ben capito se spiavi, oppure se avevi la tv dietro il muro!

    RispondiElimina
  6. Piace molto anche a me,nonostante tutto.Visto al cinema, mai dimenticherò la scena della sorella malata che si alza dal letto.Vai a capire, ma ancora mi fa cagare sotto."Colpo Grosso" ha aperto una porta che sarebbe stato meglio non aprire mai;dopo la strada verso l'Hard classico é stata tutta in discesa!Mi ricordo anche il film che fu tratto dalla trasmissione "Giochi erotici a...corpo grosso!con Eva Orlowsky e Ron Jeremy!Delirio totale! Grazie per questo tuffo nei ricordi,Frank!Un saluto!

    RispondiElimina
  7. La scena della sorella che si contorce mantiene ancora un certo fascino disturbante... secondo me è dovuto al fatto che non ci sia niente di soprannaturale!
    Colpo Grosso, secondo me, è stato un tassello importante per tutti quelli cresciuti all'epoca. tu hai approfondito verso l'hard classico, io non ne sono stato mai capace. ho sempre trovato gli hard altamente noiosi sapendo benissimo che le trame non sono proprio il punto cardine... sono un purista! però ne riconosco l'importanza dell'innovazione tecnica e del linguaggio filmico.

    RispondiElimina
  8. Hai ragione.E' una scena importante proprio perchè apparentemente estranea ai fini del plot.Quel tocco in piu' che rende un film unico e meritevole di essere rivisto o riscoperto.Per quanto riguarda l'hard,soprattutto quello autoctono, si parla prevalentemente di una "degenerazione" della commedia ginecologica nostrana,che porta a quel senso di "già visto" a cui hai fatto giustamente riferimento."Colpo Grosso",con tutti i limiti delle produzione Tv,portava a casa di "Tutti" quello che per i tempi era ancora un tabu'.Non a caso dopo Smaila fu la Paradisi a condurre il progamma!Però così non ne esco piu'.Grazie per la chiaccherate Frank,é un grande piacere!Spero di non averti rotto le palle!Ciaooo

    RispondiElimina
  9. Ma figurati, è sempre un piacere! Sono io a doverti ringraziare per la chiacchierata, specialmente se si parla di Colpo Grosso ;)

    RispondiElimina
  10. Scusa, non mi sono espresso correttamente... intendevo: non denigrare Wake Wood!!! (la doppia WW...) XDXD

    RispondiElimina
  11. L'ho rivisto anche io di recente e, contrariamente a quanto pensavo, mi è piaciuto di più rispetto a quando lo vidi in tenera età. Bellissimo il tuo post con l'associazione a "Colpo grosso" XD Poi era anche il periodo di "notte horror" su italia 1, bellissimo contenitore di vere chicche horror ;) Non dimenticare di guardare anche il sequel che, checchè se ne dica, ha pure dei validi motivi per essere visto e apprezzato ;)

    RispondiElimina
  12. @eddy: non avevo capito! comunque no, non posso non denigrarlo ;)

    @alan: grazie mille! le grandissime notti horror (che poi erano alle 22:30!) hanno forgiato un'intera generazione. il sequel non so se l'ho visto, e se l'ho visto non me lo ricordo... cercherò di rimediare ;)

    RispondiElimina
  13. meglio il libro del film, però dai, piacque anche a me. da vedere anche il video dei Ramones della colonna sonora, dove i quattro nel finale se ne vanno via dal cimitero tutti incartapecoriti !

    RispondiElimina
  14. Il video dei Ramones mi manca!!! Grazie mille per la dritta... lo aggiungo al post come doverosa precisazione.

    RispondiElimina
  15. Cimitero vivente... accidenti, era da un bel po' che non lo sentivo nominare... sì, film certamente non bellissimo ma efficace... la tua descrizione è perfetta, condivido in pieno (anche su Colpo Grosso ^_^)

    un saluto,
    c.

    RispondiElimina
  16. ciao curiositizen, benvenuto! grazie mille... a volte è utile ritornare alle origini, specialmente con Colpo Grosso ;)

    RispondiElimina