10 maggio 2011

El habitante incierto - Guillem Morales

Questo film è di difficile definizione, etichettarlo in un genere ben preciso è praticamente impossibile. È, al tempo stesso, tante cose (horror, thriller, drammatico, grottesco, commedia), ma pensandoci potrebbe anche non essere niente. 

Il giovane regista spagnolo, costruisce un film basandosi su un elemento classico del cinema della paura, ovvero la casa intrusa (in genere sono fantasmi... così, tanto per la cronaca!). 
Morales è bravo ad attuare tutti gli accorgimenti tipici del genere: rumori sordi e di dubbia provenienza, paranoia del protagonista, inquadrature suggestive, possibile complotto ecc.; ma quando il protagonista di un film di questo tipo dovrebbe agire (affrontando il nemico, uscendo fuori di testa, elevandosi ad eroe ecc.) il film cambia radicalmente, si getta nelle braccia del grottesco e della commedia, portando lo spettatore anche alla risata. Assume così toni scanzonati ma pur restando sempre in un limbo di ambiguità, la tensione accumulata in precedenza non svanisce del tutto, lasciandoci (a noi che lo guardiamo) con la certezza che qualcosa di brutto sta per accadere. 

Certamente trattasi di una visione curiosa e abbastanza nuova su di un tema ampiamente trattato, con cambi di registro interessanti e non scontati. 

Questo Morales è uno da tenere sicuramente d'occhio!

11 commenti:

  1. Me lo segno, anche se ormai la lista comincia ad essere davvero parecchio lunga. ;)

    RispondiElimina
  2. la parola magica è "ambiguità", ergo m'attira :)

    RispondiElimina
  3. Non lo conoscevo e sembra parecchio accattivante. Dalla rece però non si intuisce se ti sia piaciuto o meno questo pot-pourri di generi. Ad ogni modo Spagna e Francia realizzano sempre horror originali e questa mi pare l'ennesima conferma. Ottima scoperta comunque, Frank ;)

    RispondiElimina
  4. @james: quanto ti capisco! ;)

    @roby: io l'ho messa apposta per attirarti subdolamente eheheheheh

    RispondiElimina
  5. @alan: il film mi è piaciuto, proprio per questo suo mix. però attento che se cerchi un vero horror qua non lo troverai, però sicuramente una visione se la merita. è davvero interessante e ben fatto.

    RispondiElimina
  6. Roba nuova... non lo conoscevo affatto! Ottima segnalazione.

    RispondiElimina
  7. Mi é piaciuto molto.Hai detto tutto nella recensione.Mi ha molto deluso invece "Los Ojos de Julia" , film di prossima uscita di Morales che mi ha letteralmente spaccato le palle.Sempre bravo, Frank.Un grande saluto!

    RispondiElimina
  8. di morales ho visto l'ultimo, los ojos de julia, che tra l'altro dovrebbe uscire questo weekend in italia. m'è piaciuto parecchio, quindi mi sa che recupero pure questo!

    RispondiElimina
  9. eheh bello leggere due pareri esattamente all'opposto per "julia's eyes". Mi sa che devo vederlo per levarmi il dubbio ;)

    RispondiElimina
  10. Belushi Vs Marco... qui la cosa si fa interessante! Subito in recupero ;)

    RispondiElimina
  11. los ojos de julia è una prossima visione! dite bene alan e eddy, due pareri opposti intrigano ancora di più la visione. chi vincerà questo inutile scontro di pareri? belushi o marco? ai posteri l'ardua sentenza ;)

    RispondiElimina