31 maggio 2011

Il Grinta - Ethan Coen, Joel Coen

I Coen 27 anni fa esordirono con un film eccezionale chiamato Blood Simple e da allora non hanno sbagliato un colpo. Sono inciampati leggermente con Ladykillers, e si sono riposati con film più leggeri (comunque belli) come Intolerable Cruelty e Burn After Reading, ma la media di capolavori all'attivo resta alta. 
Questo è un dato di fatto! 

Il Grinta è nella media alta. Non è il livello massimo raggiunto dai due fratelli, ma è un ottimo film. Pur trattandosi di un remake di un grande film con protagonista il Duca, questa versione dei Coen se ne discosta, sia perché i fratelli hanno attinto soprattutto dalla fonte primaria (ovvero il racconto di Charles Portis), sia perché l'hanno infarcito di quell'ironia tipica del loro cinema e di un'atmosfera cupa e livida. 

La scelta degli interpreti è stata, come sempre, azzeccatissima. Jeff Bridges in stato di grazia e a tratti impressionante (da godere in originale), una ragazzina di 15 anni di  una bravura innata che non so dove hanno trovato, Matt Damon che fa il suo sporco lavoro e due brevi parti ai sempre ottimi Josh Brolin e Barry Pepper (il personaggio di Pepper si chiama Ned Pepper... la parte doveva per forza essere sua!) 

Un altro grande western di questi ultimi. Un genere che si muove poco, ma che quando ci si mette sforna ottime cosucce come Appaloosa, Quel Treno per Yuma e questo True Grit.

10 commenti:

  1. eh be', o cohen non sono certo i vanzina, ahah!
    gran film, concordo su tutta la linea

    RispondiElimina
  2. Grandissimo film, mi ha ricordato addirittura Gli Spietati, nella parte finale.
    Attori in grandissima forma, brividi a ripetizione.
    Sarà uno dei miei preferiti del 2011!

    RispondiElimina
  3. @roby: non credo sia così difficile NON essere i vanzina! che però qualcosina di carino, in passato, l'hanno fatta pure loro :P

    @james: be in un certo senso si. come ne Gli Spietati vi è la figura del vecchio pistolero (in cerca di riscatto?) simbolo di un genere ormai vecchio, sfruttato fino all'inverosimile in passato, che cerca di rialzarsi e mostrare che di cose da dire ne ha ancora molte!

    RispondiElimina
  4. Concordo su tutto.Bellissimo film.Come dicevi un pò di tempo fa, un cinema di volti e personaggi che in alcuni casi(questo, "Gli Spietati" e il bellissimo "Appaloosa")riesce ancora a scuotere gli animi e non è poca cosa.Grandissimo Jeff Bridges quando prende a scarpate i bambini che maltrattano l'asino!Ciao Frank!

    RispondiElimina
  5. Hai nominato dei western "moderni" molto belli. Siccome amo il western dei Coen e True Grit me lo sono fatto sfuggire vedrò di recuperare appena possibile.
    Grazie!

    RispondiElimina
  6. @belushi: i coen si avvicinano molto a quel tipo di fare cinema di "facce", basta pensare ai protagonisti del penultimo A Serious Man! Bridges è immenso, ogni suo minimo gesto o parola o grugnito è una potenza.

    @eddy: ho nominato praticamente gli unici western moderni! alla cui lista aggiungerei anche la serie Deadwood. comunque recupera Treu Grit... non te ne pentirai ;)

    RispondiElimina
  7. non è il film che mi è piaciuto di più, ma siamo a livelli alti.
    anche Maradona certe volte si fermava a 9, ma come non godere di quel voto appena sotto il 10?

    RispondiElimina
  8. ciao ismaele! ma potrebbe essere che il film non è da 10, solo perché paragonato con gli altri?

    RispondiElimina
  9. Premessa n. 1: I fratelli Cohen mi piacciono
    Premessa n. 2 Ho unammirazione/amore smisurato/incondizionato per il Duca e i suoi film (in True Grit poi aveva vinto pure l'Oscar)

    Il film mi e' piaciuto, proprio perche' non e' un mero remake dell'originale e non e' un semplice western, ma e' prima di tutto un film dei fratelli Coehn (non so se riesco a spiegarmi).
    Jeff Bridges e Joshy Brolin hanno la faccia da western e tutto funziona come dovrebbe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo dello stesso parere. L'approccio dato al film e la scelta di renderlo proprio -rendendolo "un film dei Coen" - è stata la mossa vincente. La scelta degli attori è stata ottima e comunque anche Damon, con quel volto tipicamente americano, è molto western... secondo me sarebbe un ottimo cattivo.

      Elimina