08 maggio 2011

Odio le Bionde - Giorgio Capitani

Ancora anni '80, ancora Italia e ancora Montesano

Bisogna partire sempre dal presupposto che, come i 2 precedenti (Noi Uomini Duri ed Il Volpone) visionati dallo staff del blog, il film è una commedia innocua che mira principalmente all'intrattenimento. 

Questa volta abbiamo Montesano in un ruolo che è un mix di Woody Allen e comicità slapstik (tipo Chaplin e Keaton) ma, nonostante le buone premesse (la storia è intrigante ed intricata), non raggiunge la piena sufficienza. Vuoi per via di una regia semplicistica - molto simile alla moderna fiction televisiva... ed infatti Capitani ha fatto tanta, ma tanta, fiction -, vuoi per una evidente forzatura ed arretratezza delle gag visive e narrative, il film riesce a stento a strappare qualche sorriso di circostanza, tipo quelli imbarazzanti che si fanno di fronte a  battute glacialmente mortali (le stesse che il popolino volgare chiama freddure). 

La pellicola racimola punti, ed arriva al 6-- (con una ricerca sull'Umbria da portare per la prossima volta), anche grazie alla sua naturalezza di mostrare nudi femminili ad ogni buona occasione (come ad esempio far entrare l'attore in una stanza). 

Da notare infine la presenza di Jean Rochefort, Corinne Clery e di Michele Mirabella.

3 commenti:

  1. Ciao, sono Giuseppe, autore del blog cervelliamo http://cervelliamo.blogspot.com
    Effettuando ricerche in rete ho notato il tuo blog e volevo chiederti se vuoi collaborare scrivendo articoli anche su cervelliamo.
    Ci sono tante categorie su cui orientarsi e si può scrivere su uno o più argomenti.
    Facciamo una media di 3000 pagine viste al giorno e, man, mano, andiamo a crescere.
    Potrai utilizzare Cervelliamo come secondo blog, divulgare informazione con l'opportunità di guadagnarci su con il sistema adsense di google, facile, meritocratico e sicuro.
    Siamo presenti nei maggiori network della rete, siamo su google news, la fan page su facebook con più di 1550 persone, quello quello che scrivi, sarà letto sicuramente da qualcuno.
    Se ti piace l'iniziativa, conoscere il team, migliorare insieme, non esitare a contattarmi, sia per email o direttamente su facebook al mio indirizzo personale.
    http://www.facebook.com/cervelliam0
    Ti aspetto!

    RispondiElimina
  2. Ottima opera di recupero, Frank! Essendo un estimatore della commedia italiana settanta/ottanta non posso che complimentarmi con te per il tuo lavoro.Ti offro da bere virtualmente,mettiamola così.Meglio che niente.Fernando DiLeo chiamava Capitani "Morto di Sonno".Avrai capito perché.Ciaooo,un grande saluto.

    RispondiElimina
  3. @giuseppe: ciao e benvenuto! ti ho mandato una mail...

    @belushi: ti ringrazio. in questo periodo sono nostalgico e sto recuperando film che ho visto in passato e che sono un tutt'uno. Accetto volentieri il drink virtuale, e mi permetto di fare anche un brindisi in onore del grandissimo Di Leo... che, come al solito, ci aveva visto giusto. ciaooo!!!

    RispondiElimina