05 giugno 2011

Deranged - Jeff Gillen, Alan Ormsby

Film consigliatomi da Alan Parker nei commenti di Maniac
La pellicola narra delle vicende di Ed Gain (qui col nome cambiato in Ezra Cobb), serial killer necrofilo e profanatore di tombe, nonché autore di particolari manufatti creati da pezzi di cadavere. Il film sinceramente non mi ha molto preso, la vicenda è trattata in maniera troppo didascalica, distaccata (appare spesso un giornalista che commenta e narra la storia che vediamo) e fredda. Non viene data particolare attenzione alla malattia mentale dell'assassino, infatti a differenza di Maniac, non si riescono a percepire le sofferenze e il vero orrore della vicenda. Tutto rimane troppo distante, una semplice ricostruzione dei fatti nel quale il solo sapere che assistiamo ad eventi reali ha un che di disturbante. Robert Blossom (l'attore che interpreta Ezra) non mi ha molto convinto, è bravo a far sembrare il suo personaggio gentile ed innocuo, ma non lo è quando deve far trasparire la sua particolare abilità di assassino e buttare fuori tutta la psicosi. In pratica non riesce ad essere malsano come dovrebbe. 
Parte horror non pervenuta.

Dalla storia di Ed Gain hanno tratto ispirazione Psyco, Non Aprite Quella Porta e Il Silenzio degli Innocenti (lo dice pure wikipedia!).

5 commenti:

  1. Così a occhio dalla tua recensione non attira neppure me.
    Mi sa tanto che mi tengo Maniac e basta.

    RispondiElimina
  2. Ciao Frank, grazie per la citazione e mi dispiace che il consiglio non sia andato a buon fine come speravo :( Forse è tutta una questione di cronologia perchè Deranged lo vidi prima di Maniac, però ricordo che il primo era tutto basato sull'atmosfera lasciando la componente horror piuttosto soffusa. Forse io sono più facilmente impressionabile, ma il narratore che compare dal nulla nella casa di Ezra mi ha sempre inquietato. Solo una scena non mi è piaciuta che ho trovato piuttosto nonsense: quella con la medium innamorata. Per il resto però lo considero un buon film ;)

    RispondiElimina
  3. Cuorioso, peccato che gli anni 70 (a parte casi straordinari) non siano proprio tra i miei gusti preferiti... credo che passo! ;)

    RispondiElimina
  4. @james: per me maniac resta migliore, ma non sarebbero neanche da paragonare. sono due approcci differenti al tema del serial killer!

    @roby: un'ottima regola di vita!

    @alan: come dicevo a james probabilmente è dipeso molto il fatto di paragonare due film differenti. ti ringrazio comunque per il consiglio, le vicende restano interessanti e magari un giorno, approcciandomi al film con distacco, potrebbe pure piacermi di più!

    @eddy: gli anni '70 per me hanno sempre un'aurea oserei dire mistica, sono sempre una visione molto fascinosa :D

    RispondiElimina