20 giugno 2011

Drive - Nicolas Winding Refn

Refn è un autore che con ogni suo film ha lasciato un segno. Che sia odio o amore poco importa, lui ha comunque colpito... anche economicamente con il mega fallimento di Fear X. La potenza visiva ed estetica che riesce a creare con la macchina da presa è al momento ineguagliabile, ogni singolo fotogramma è un piacere per gli occhi. Drive sotto questo punto di vista non è da meno, e nonostante ci sia un lungo momento di stallo nel film, nel quale Winding si prende il suo tempo per raccontare i personaggi e un brandello di storia, è difficile restare passivi alla visione. Questo momento di stallo (che a qualcuno potrebbe risultare anche difficile da affrontare, dipende da persona a persona!) si riprende nella seconda parte, con esplosioni inverosimili di violenza, tutte al rallenty e tesissime, paragonabili a cruenti e devastanti cazzotti in faccia (in uno di questi momenti in sala è scattato un unanime e liberatorio "Madonna!!!"). Ryan Goslin interpreta un personaggio atono, che apparentemente non mostra nessun tipo di emozione, che sia gioia o dolore non ci è dato sapere, è con ciò che egli fa che ci parla. Ottimo l'uso del sonoro e della colonna sonora (elettronica anni '80), straniante ma perfetta. Ottimo anche il cast di contorno con Carey Mulligan, Ron Perlman e il grande Bryan Cranston
Refn confeziona un altro grande film, e che sia la volta buona che venga considerato dalle nostrane distribuzioni... in fondo ha vinto la miglior regia a Cannes!

7 commenti:

  1. sì sì, tra le visioni da effettuare... un gran cannes quest'anno

    RispondiElimina
  2. Ma è già uscito in sala!?
    Questo non posso proprio perdermelo, Refn ormai è uno dei miei registi di culto!
    Inoltre, se ti ha colpito, sono abbastanza sicuro che farà lo stesso con me.

    RispondiElimina
  3. nonostante abbia detestato valhalla questo mi ispira parecchio. anche perché il cast è ottimo e la sceneggiatura stavolta non è firmata da refn, uno che con la macchina da presa è bravissimo ma con la penna un po' meno... :)
    l'hai visto in qualche festival oppure è già uscito in rete?

    RispondiElimina
  4. purtroppo ancora non è uscito, né al cinema né in rete. speriamo presto ;)

    decisamente un film da vedere.

    RispondiElimina
  5. Ne al cinema, ne in rete?!?!? E recensisci in questo splendido modo? Allora sei proprio bastardo inside!!
    Allora aspetto... intanto mi guardo valhllalhlallhala con grande disgusto di Marco e piacere di James... ;)

    RispondiElimina
  6. caro eddy hai colto in pieno ;)
    e ti dirò di più... ci godo pure!
    permettimi un bel: "tiè, io l'ho visto e voi no!"

    RispondiElimina
  7. Io l'ho trovato scontato e banale, tutta roba già vista con poche novità, inoltre la messinscena non è credibile. Dall'autore della trilogia di pusher e bronson non mi sarei mai aspettato un lavoro di questo tipo, sembra sia un film fatto su commissione.

    RispondiElimina