24 ottobre 2011

Atto di forza - Paul Verhoeven

C'è poco da fare e poco da dire, Atto di Forza ancora oggi mantiene intatte le sue attrattive grazie a quello strano connubio (riuscitissimo) tra cinema di spessore e di divertissement puro. Schwarznegger è perfetto nella parte del protagonista, incredibilmente le sue scarse espressioni ben rispecchiano l'ambiguità che il personaggio che interpreta richiede. Proprio l'ambiguità è il tema principale della vicenda, che viaggia sul sospetto che quello a cui assistiamo sia in effetti tutto un sogno... tematica poi ampiamente (pure troppo) riutilizzata in Matrix. I personaggi stessi in scena vivono questo morfeico sospetto, con il buon Schwarzy che non sa di chi fidarsi, e men che meno di stesso. 
Verhoeven lavora di fino. Il film è stilisticamente perfetto, con un montaggio che segue alla lettera la grammatica filmica, una sceneggiatura tiratissima che tiene ben sveglio lo spettatore, e degli effetti speciali (per l'epoca) eccezionali. Anche in Atto di forza, il regista olandese può dare libero sfogo alla sua ossessione per il corpo, in questo caso (come anche in Robocop) martoriato e/o meccanizzato da chip e impianti di ogni sorta. 
Siamo di fronte ad una pellicola per tutti i palati!


Imdb

13 commenti:

  1. bella schwarz! eh sì, per tutti proprio :)

    RispondiElimina
  2. questo film me lo ricordo bene, l'ho sempre visto programmato in televisione, e già allora spaccava di brutto shwarzy è una bomba, da notare la piccola parte di Sharon Stone nel ruolo della moglie di shwarzy, poi divenuta famosa due anni dopo con Basic Instinct.

    RispondiElimina
  3. una figata della madonna!
    è da tanto che non lo rivedo, ricordo però che era impressionante, pieno di scene cult... mitico!

    RispondiElimina
  4. Mi associo a Vincent.
    Tra l'altro, saranno almeno dieci anni che non lo rivedo. Dovrò rimediare presto!

    RispondiElimina
  5. Che nostalgia questo film!!
    La prima volta che l'ho visto ero piccola, non avevo capito granché e mi faceva anche un po' paura... a riguardarlo, mi rendo conto che è sicuramente uno dei migliori film del Governatore!!
    Da recuperare, senza dubbio.

    RispondiElimina
  6. Ummammami, me lo ricordo benissimo. Quasi uno stracult, al pari dell'"Implacabile". Decisamente divertentissimo.

    RispondiElimina
  7. @roby: forse ho un po' esagerato, ma mi sono basato sul fatto che piacesse anche ai ragazzini :D

    @arwen: si la stone sarebbe diventata famosissima sempre grazie a verheven e alla famosa scena della sedia.

    @vinc e james: figata pazzesca, con la scena stracult della tipa con tre tette... speriamo resti nel remake :D

    @bolla: è uno dei migliori dell'ormai ex governatore su questo non ci sono dubbi.

    @new: che hai tirato fuori! straordinario L'Implacabile, forse anche io lo metterei un pelo sopra a questo nella mia personale classifica sugli Schwarzy Movie... in cima però resta Terminator 2 :D

    RispondiElimina
  8. credo sia l'unico film con schwarzy che mi piace!

    RispondiElimina
  9. cultissimo, ancora oggi gongolo come un dodicenne quando viene fuori l'aliena con tre tette (che avete già opportunamente citato)!
    questo e Robocop capolavori assoluti del suo periodo hollywoodiano!

    RispondiElimina
  10. Ecco come l'indelebile ricordo della donna a tre tette sia ormai di caratura nazional popolare! :)

    RispondiElimina
  11. @marco: dai manco terminator?

    @einzige: concordo! anche se quella trashata di Starship Troopers forse si merita una rivalutazione ;)

    @der: ha segnato un'intera generazione!

    RispondiElimina