05 ottobre 2011

Mr. Beaver - Jodie Foster

Non so perché ma mi aspettavo di vedere una commedia! L'idea di uno fuori di testa che parlava attraverso la marionetta di un castoro, e che quel fuori di testa fosse Mel Gibson, mi ha fatto subito pensare a una commedia. E non potete capire come ci sono rimasto male quando, dopo circa un'ora di film, ho realizzato che i miei muscoli facciali non avrebbero lavorato!

Il film è drammatico, tratta veramente di uno fuori di testa che parla attraverso un pupazzo, ma il tutto è dannatamente serio. Pure Mel Gibson è serio! Ma la cosa che rende il tutto ancora più triste è quello di comparare il personaggio protagonista del film col suo inteprete, e inevitabilmente ponderare l'idea che Mel non stia affatto recitando nessuna parte, ma semplicemente facendo quello che normalmente fa. 
C'è anche una storia parallela del figlio del matto, che è tipo iper intelligente e si innamora di una che sembra felicissima ma è tristissima bla bla bla poi da le craniate al muro bla bla... ma è tutto, poco interessante. 
Un film sulla malattia mentale, e più che di depressione qua si sfora verso lo sdoppiamento della personalità, con tutte le menate drammatiche che ci possono essere. Insomma sono stato mezzo deluso poiché non è una commedia, e un altro mezzo deluso poiché il film non è granché.

Cioè, davvero dovrei impietosirmi nel vedere Mel che fa gli occhioni da depresso mentre infila la mano nel buco del culo di un castoro di pezza? Ma anche no!

3 commenti:

  1. Quella del buco del culo del castoro di pezza mi ha lasciato di sale.
    Ora non so se riuscirò mai a vedere questo film. ;)

    RispondiElimina
  2. io non sono rimasto deluso perché non mi aspettavo proprio grandi cose.
    eppure è stato ancora peggio delle mie già basse aspettative...

    RispondiElimina
  3. @james: ti risolvo subito la questione... non ti perdi veramente niente!

    @marco: è il potere delle cagate, in qualche modo ti stupiscono sempre!

    RispondiElimina