29 novembre 2011

Blood Out - Jason Hewitt

Blood Out è un direct-to-video e, in quanto tale, bisogna stare attenti a quanto promette!
Promette "attori di grido" come Val Kilmer, Vinnie Jones e 50 Cent, ma sono poco più che dei cammei (tipico!). Il protagonista infatti è il Jason Statham dei poveri ovvero Luke Goss (che bisogna ammettere che almeno ci prova a dare qualcosa di più). Goss come Statham è inglese, pelato e sembra sapersi muovere bene... per i DTV è l'ideale e costa decisamente meno!
In Blood Out non c'è niente di originale. La trama è banalissima e telefonata. La regia è tutta cool con la macchina da presa sempre a spalla che non sta ferma un attimo, e non mancano inserti digitali e velocissimi freeze frame per le scene di combattimento. Come ogni b-movie che si rispetti c'è dentro un po' di tutto: sbirri, gang, iper-boss-cattivissimi, dramma familiare, l'amore, il rap, le botte di strada, un po' di sadomaso, i tipi cattivi, i tipi buoni e ogni tanto qualche tetta e culo che nei momenti di stallo sono utili per tenere viva l'attenzione dello spettatore. 
Segue alla perfezione il manuale dei cliché.  
Per essere un DTV ci può stare tutto... e non mi lamento più di tanto perché in fondo me la sono andata a cercare!

3 commenti:

  1. Frank, sei un santo, ti sacrifichi sempre per noi... ahah! ecco, non arrivare fino al golgota, cesserebbe l'utile servizio :D

    RispondiElimina
  2. perdibilissimo direi... ma già dalla presenza di 50 cent qualche dubbio era legittimo :)

    RispondiElimina
  3. @roby: stavo pensando, in quanto esercito un servizio per la società, di richiedere un qualche tipo di assistenza mutua. mi devo informare!

    @marco: si perdi senza rimpianti. comunque per quel che vale 50 cent appare per tipo 2 scene ;)

    RispondiElimina