27 novembre 2011

I cinque volti dell'assassino - John Huston

John Huston dirige un giallo affascinante, intrigante, avvincente e sofisticato. La regia è sobria, di maniera e ci regala delle bellissime scene di battute di caccia alla volpe.
Nel cast figurano alcuni degli attori più famosi della storia del cinema, il problema è però trovarli nella pellicola (solo nei credits finali verranno smascherati!). Questi illustri volti sono quelli di Kirk Douglas (l'unico non camuffato), Robert Mitchum (però i connotati particolari lo rendono facilmente riconoscibile), Tony Curtis, Frank Sinatra e Burt Lancaster... voci di corridoio affermano che anche la Taylor avrebbe dovuto partecipare, e che all'ultimo decise di starsene a casa. 
Il vero protagonista del film però è un altro attore, George C. Scott, che pur essendo meno famoso degli illustri colleghi appena citati, ben rappresenta il suo personaggio di ex spia britannica alle calcagna del killer, con una performance molto solida che a tratti ricorda molto Sherlock Holmes.
Un film in vecchio stile, di quelli che non si fanno più (anche gli omicidi sono di stampo classico, per quanto spietati e ben congeniati), con un mistero che potrebbe risultare banale ma che comunque diverte e sollazza.
Attenzione che il gioco dell'"indovina chi" potrebbe distrarre!


Il titolo italiano è abbastanza inutile e sicuramente meno bello dell'originale The List of Adrian Messenger. In più consiglio, se possibile, la visione in lingua originale per non perdere i giochi di pronuncia che sono parte integrante della risoluzione del mistero... comunque anche in italiano il film resta godibile.

2 commenti:

  1. bravo Frank! questo è uno dei grandi classici che ancora mi manca ...

    RispondiElimina
  2. Forse "grande classico" è un po' troppo per questo film. Comunque un bel film :D

    RispondiElimina