17 novembre 2011

Return of the Street Fighter - Shigehiro Ozawa

Secondo capitolo della trilogia del Il Teppista!
Un po' in ombra rispetto al predecessore, tant'è che ne riprende a grandi linee la trama mostrandone, sotto forma di flashback, scene anche piuttosto lunghe. Sempre rispetto a Il Teppista, i combattimenti sono stati molto alleggeriti, non che sono meno ma sono molto più veloci per via di un minor uso del ralenti... e sinceramente non so se sia una cosa buona o no. Forse è buona! 
Dopo un inizio folgorante, con Chiba che entra in una stazione di polizia e recide a mani nude le corde vocali di un tipo per poi sgominare tutti (tenete presente che è sempre ammanettato) gli sbirri presenti, il film ogni tanto si perde tra inutili e monotone dimostrazioni di karate e inspiegati combattimenti tra Chiba e chiunque gli si pari d'avanti. Ma verso la fine la trama si alza, così come l'interesse dello spettatore, grazie all'epico scontro finale con Chiba, incazzato nero, che massacra mezza Tokyo. Quest'ultima parte è anche molto bella visivamente per via di un'illuminazione a base di torce - tenute dagli avversari del nostro eroe - che fanno luce a mo di occhio di bue teatrale. Davvero una bella trovata.
Alla fin fine un discreto sequel, a tratti scontato ma con scene abbastanza cool che valgono la sopportazione dei momenti di noia... il livello gore è stato abbassato di molto, ma in compenso Chiba ci regala tante smorfiette e assurdi suoni gutturali!


Scena cultissima!
Questo è quello che succede se Chiba ti tira un cazzotto ben assestato dietro la nuca

Ricordo che la serie de Il Teppista (3 + 1) è di pubblico dominio e quindi visibile legalmente sull'internet!

0 commenti:

Posta un commento