04 novembre 2011

Un poliziotto da happy hour - John Michael McDonagh

A leggere il titolo italiano (in originale è The Guard) mi sento imbarazzato. Penso a quello che devono passare i genitori di queste persone. Il sapere che i loro figli si sono macchiati di tale... di... che non so manco come definirla questa merdata! Ma dico io, non potevano avventurarsi verso una più decorosa tossicodipendenza o diventare necrofili, piuttosto che decidere di voler fare i titolisti?
Comunque a parte queste inutili illazioni, tocca premettere che il titolo è assolutamente fuorviante (vedete? mi fanno perdere tempo a fare inutili precisazioni!) e che non si tratta di una commedia demenziale in stile Ezio Greggio. Trattasi invece di una bella black-comedy ben composta, dallo humor molto irlandese e dalle verdi ambientazioni! 
Ottimi gli interpreti con il sempre grandioso Brendan Gleeson, che sostiene praticamente tutto il film sulle spalle, nell'interpretare questo sbirro fuori luogo, un po' malinconico e un po' puttaniere, e Don Cheadle nella parte dell'integerrimo agente dell'effebiai
Ottimo intrattenimento tra crime story, gangster, grottesco, battute nerissime (anche un pelo razziste) e un po' di western nel finale.
Un'altra conferma per l'Irlanda dopo Perrier's Bounty!

7 commenti:

  1. Concordo in tutto e per tutto.
    E propongo una bella lezioncina a suon di calci rotanti all'indirizzo dei minchioni che hanno deciso questo titolo di merda.

    RispondiElimina
  2. sarebbe opportuno prenderli per le orecchie e poi strappargliele!

    RispondiElimina
  3. una sorpresa! (visto il titolo da cerebrolesi, poi...)
    c'è abbastanza cattiveria, l'incipit non lascia dubbi in questo senso.
    secondo me, una delle migliori commedie dell'anno!

    RispondiElimina
  4. Ciao carissimo Frank!!!!
    Ma porcammiseria! Possibile che in italia i titoli "tradotti" possano persino traviare dal vero contenuto del film? Qua va di male in peggio.
    Comunque recupero perché mi hai ispirato, thx!

    (Eh, sòttornato, sì...)

    RispondiElimina
  5. Beh, i titolisti italiani devono andare a fare un altro mestiere. Anche perchè danno titoli cretini a pellicole bellissime (o quantomeno sorprendenti). Shaun of the dead, Eternal sunshine etc. etc.
    Per quanto riguarda il film recensito, lo recupererò sicuramente, già dal trailer si capiva che questo era un gioiellino di black-comedy.

    RispondiElimina
  6. E' incredibile. E' la seconda recensione positiva che leggo di questo film, ma... diamine, come hai detto, il titolo italiano richiama alla mente tutt'altro. Ti dice "evita come la peste la pellicola perché è una commedia idiota".
    No comment, vah.

    RispondiElimina
  7. ragazzi è desisamente da recuperare, questi titolisti credo che non abbiano ben capito che il loro mestiere è aattirare la gente al cinema e non farli scappare.

    @eddy: bentornato! :D

    RispondiElimina