25 novembre 2011

Vivere e morire a Los Angeles - William Friedkin

Uno dei grandi polizieschi degli anni '80 e non solo. Dietro la macchina da presa abbiamo Friedkin, che all'epoca aveva già all'attivo pellicole come Cruising, L'Esorcista e Il Braccio violento della legge (gli ultimi due hanno marchiato a fuoco i loro rispettivi generi di appartenenza). 
Gran parte della bellezza del film è data dalla cura degli aspetti tecnici. Una regia sublime (vedete la fuga in auto contromano), il montaggio finissimo (sorprendente la scena della fabbricazione delle banconote) e una fotografia che va dal patinato al bruciato e che ci mostra una Los Angeles mai vista, sono elementi che innalzano questo film allo status di cult. La trama, che non è certo una bazzecola, pur mostrando una storia che appare banale e scontata in superficie, sotto contiene una sottotraccia molto più ambigua che indaga su quella sottile e flebile linea che che delimita il bene e il male. 
Ottimi i due attori protagonisti, un William Petersen che a tratti ricorda molto Steve McQueen in Bullit (con una complessità di carattere maggiore), e Willem Dafoe che con la sua performance ci delinea un cattivo ambiguo, lucido e spietato.
Un film d'azione, cattivo, pessimista, glitterato, profondo e totalmente anni '80. 
Cult!

5 commenti:

  1. questo è un friedkin che devo vedere da tempo

    RispondiElimina
  2. Minchia Frank cos'hai tirato fuori!
    Questo è un filmone pazzesco, roba da far impallidire ogni action movie realizzato fino a The heat!
    Regia incredibile, colonna sonora spettacolare, montaggio da manuale: senza contare il pessimismo totale che lo pervade!
    Quoto tutto!

    RispondiElimina
  3. Meraviglioso, un vero capolavoro.

    RispondiElimina
  4. Ne ho sempre sentito parlare (bene) ma non l'ho mai visto.
    L'ho metto in coda con gli altri 1000, anche perché adoro Dafoe.

    RispondiElimina
  5. @roby & Babol: recuperate assolutamente, un vero gioiello!

    @james & new: eh quando ci si trova di fronte ad un capolavoro, non si può essere che tutti d'accordo ;)

    RispondiElimina