01 dicembre 2011

Il segreto dei suoi occhi - Juan José Campanella

Davvero molto bello Il Segreto dei suoi occhi, vincitore a sorpresa dell'Oscar come miglior film straniero nell'edizione del 2010.
Campanella gioca benissimo le sue carte e costruisce un film praticamente senza sbavature. La regia è  sobria e contenuta, talvolta addirittura convenzionale, ma che non disdegna di qualche guizzo (clamoroso il finto piano sequenza dello stadio!). Il montaggio è  ben fatto e attento a non farci "sentire" troppo i continui cambi temporali che si succedono repentinamente per tutta la pellicola. L'intreccio è costruito ad hoc con una sceneggiatura ben calibrata che attraversa senza darsi a vedere vari generi, si passa dal dramma al poliziesco, dal noir al film autoriale. Bravi gli attori, che riesco a risultare umanamente credibili e destano viva l'attenzione dello spettatore, menzioni speciali vanno a Ricardo Darín e Guillermo Francella, i quali spesso ci regalano anche momenti più distensivi durante i quali scatta qualche sorriso. 
Un film che difficilmente potrebbe risultare sgradevole dal momento che accontenta, e anche molto bene, praticamente tutti.

10 commenti:

  1. Un film potentissimo, con almeno due o tre scene supercult.
    Ricordo che soltanto il finale - che mi parve un pò consolatorio - lo ridimensionò un pochino.
    Ma resta davvero una gran pellicola.

    RispondiElimina
  2. Bello!! Bellissimo film.
    Ricardo Darín e Soledad Villamil mi erano piaciuti moltissimo.

    RispondiElimina
  3. lo sapevo che il segreto dei suoi occhi avrebbe messo tutti d'accordo :D

    RispondiElimina
  4. davvero un'ottima sorpresa anche per me! non me l'aspettavo un film così bello...
    un uomo può cambiare tutto, ma non la sua passione

    RispondiElimina
  5. vero, accontenta tutti...è film autoriale, di azione, atmosfere noir, un pò di brividi, e sentimentale senza sentimentalismi...tutti i pezzi al posto giusto

    RispondiElimina
  6. La regia o.k, incredibile, gli attori o.k., perfetti, ma è la sceneggiatura a esser qualcosa di straordinario, praticamente perfetta.
    Grande film.

    RispondiElimina