03 dicembre 2011

Mr. Crocodile Dundee - Peter Faiman

Mr. Crocodile Dundee era uno di quei film che quando veniva trasmesso in televisione, e negli anni '90 accadeva spesso, non potevi esimerti dal guardarlo.
Il film è diviso praticamente in due parti. La prima è quella selvaggia, ambientata negli impervi territori australiani, dove assistiamo alla tipica scenetta dell'uomo della foresta alle prese con la bella e indifesa donzella di città. La seconda a New York, dove vediamo il rude Mike applicare il suo stile di vita alla giungla metropolitana. A fare da collante c'è la classica storia d'amore.
La parte australiana è sicuramente quella che regge e funziona di più, sia per le bellezze naturalistiche che per la presentazione del personaggio principale. Nella seconda si cala un po', questa risulta scontata ed è più una sequenza di gag, più o meno simpatiche, che altro. Il collante amoroso è banalissimo e senza alcuna sorpresa.
La chiave del film resta, senza ombra di dubbio, Paul Hogan e la simpatia del suo personaggio, un sudatissimo uomo che vive ai margini della civiltà dall'animo gentile. Faiman si limita a dirigere senza alcuno slancio, portando a casa un prodotto lineare e semplice.
Mr. Crocodile Dundee passa l'esame del tempo mostrando qualche acciacco qua e la, ma in gran parte ancora regge bene e diverte. Il fattore nostalgia comunque da un grande contributo.
Dundee che per le strade di New York saluta tutti i passanti è cultissimo!

4 commenti:

  1. aaahhhh, un grande classico ormai. non ci crederai, ma crocodile m'è sempre piaciuto, ahah!

    RispondiElimina
  2. Culto totale: pensa che l'ultima volta che l'ho visto è stato sul bus che ha portato me e Julez nel parco dove hanno girato le scene selvagge nel nord dell'Australia.
    Mitico!

    RispondiElimina
  3. Rivisto poco tempo fa, alla fine diverte ancora, se non altro per il fattore nostalgia ☺☺

    RispondiElimina
  4. @roby: ci credo eccome! a chi non piace mr. crocodile dundee? :D

    @james: ti sto invidiando da morire! pure io voglio andare nelle paludi australiane piene di serpenti e coccodrilli.

    @alice: il fattore nostalgia mette delle belle pezze, su questo non ci piove!

    RispondiElimina