15 dicembre 2011

Submarine - Richard Ayoade

Film alla Sundance diretto dall'attore/regista Richard Ayoade (Moss di The IT Crowd).
Essendo un film indie che viaggia tra commedia e dramma, possiede elementi già visti in tanti altri suoi simili, più un piccolo saccheggio al cinema di Wes Anderson che per forza di cose ci deve essere stato.
Ma Ayoade ha però dalla sua una carta da giocare, ovvero l'ambientazione britannica. Lo sperduto paesino del Galles che fa da sfondo ben si presta a questa sensazione da "sottomarino", una sensazione ovattata e claustrofobica, che la pellicola cerca (e in parte ci riesce) di buttare fuori, sembrando al tempo stesso una sorta di rimando/omaggio al cinema della Nouvelle Vague
Siamo comunque, e pure questo è un elemento classico per pellicole di questo tipo, in un film di maturazione... il giovane protagonista che deve affrontare delle sfide, dei percorsi di vita, che lo porteranno ad una crescita o se preferite ad una maturazione. Argomenti questi (molto prima di Anderson) comunque già presenti ne Il Giovane Holden.
Andando oltre le varie influenze e alla sua originalità derivativa, si può comunque apprezzare la pellicola per la sua pacatezza, per il perfetto dosaggio di situazioni divertenti/grottesche/chic e parti drammatiche, per i personaggi dei genitori di Oliver - assurdi si,  ma con tocco British (il padre è interpretato da Noah Taylor di Felafel memoria) -, per Paddy Considine in versione new age che vede i colori della gente e per il desolato Galles.
Potrebbe interessare!

6 commenti:

  1. a me è sembrato ottimo. soprattutto la prima parte, poi nello sviluppo perde qualcosa...
    grandiosa poi la colonna sonora del cantante degli arctic monkeys e strepitoso il giovane protagonista!

    RispondiElimina
  2. Frank, stavo per scriverti che questo era piaciuto molto al Cannibale ed ecco che trovo il suo commento.
    A me non convince a fondo, ma prima o poi mi sa tanto che lo vedrò! ;)

    RispondiElimina
  3. @marco: non avevo dubbi che a te sarebbe piaciuto!

    @james: pure io non ero molto convinto, parto sempre molto scettico di fronte ai così detti film indie... però forse potrebbe piacerti!

    RispondiElimina
  4. carino, non mi aspettavo nulla di eccezionale e non mi ha deluso.
    gli attori adulti tutti su ottimi livelli, vedere il Considine assassino di Dead Man's Shoes trasformato new-age con tanto di mullet è stato fantastico! :)

    RispondiElimina
  5. concordo praticamente su tutto!
    Considine con la cresta non si può vedere :D

    RispondiElimina
  6. Mi è piaciuto moltissimo. E la colonna sonora è meravigliosa.

    RispondiElimina