13 gennaio 2012

Real Steel - Shawn Levy

Il tamarro, come accadeva per i giardini di Battisti, si veste di nuovi colori!
Si perché dietro la (quasi)fantascienza e l'ambientazione (quasi)futurista non abbiamo altro che un tradizionale tamarro-movie. Come dice anche il buon James - che è un militante del genere - i rimandi a pellicole come Over the Top, Rocky o Karate Kid (e si potrebbero aggiungere altri film a secchiate) sono palesi, e la storia, in fin dei conti, è sempre la stessa che partendo dal biblico Davide vs. Golia arriva a Real Steel
E Real Steel, proprio perché possiede nel suo DNA questo patrimonio genetico, non può non essere una figata. Non importa quindi che 2 millisecondi dopo aver spinto play hai capito come andrà a finire, che sia farcito di retorica e di facile sentimentalismo e (cito di nuovo James) che sia "inesorabilmente americano". Non importa per niente, perché tifare per Atom e i suoi player è cosa naturale e giusta, è così che funziona e non c'è alcun motivo per opporsi. 
Shawn Levy ha fatto quel che doveva fare e gli sarò grato per aver contribuito alla causa di rinnovamento. Hugh Jackman, come da copione per film del genere, è perfetto (così come era perfetto Stallone per Over the top). Fa ridere quando deve far ridere, fa commuovere a tempo debito e ha l'aria di uno che, se vuole, può essere un buon amico.
Welcome back Tamarro!!!


Era un film annunciato da tempo!

4 commenti:

  1. giusto a te a ford poteva piacere 'sta baracconata.
    ma comunque magari fosse un film tamarro, in realtà è una ruffianissima e leccatissima produzione disney tutta buoni sentimenti fatta per i bambini. anzi no, solo per voi ahahaha :D

    RispondiElimina
  2. che dire, è una cazzata ma ci sono i ROBOT CHE SI PICCHIANO... a noi basta questo :D

    RispondiElimina
  3. Frank, oltre a ringraziarti per le citazioni, devo dire che il tuo post è illuminante per spiegare l'enorme bagaglio di emozioni che porta una pellicola come questa per noi vecchi tamarri.
    Del resto, siamo fortunati a non aver avuto un'infanzia difficile e solitaria come il nostro amico Cannibal Darko! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la citazione era doverosa e ti ringrazio a mia volta.
      non avevo idea dell'infanzia dolorosa e priva di hulk hogan del cannibale. in futuro prometto di essere più comprensivo... almeno ci proverò!

      Elimina