26 marzo 2012

Hysteria - Tanya Wexler

Hysteria narra, romanzando parecchio, della nascita del vibratore.
Si tratta in fin dei conti di una commedia romantica e la cosa mi ha leggermente spiazzato  poiché ho appreso questo durante la visione. In realtà mi aspettavo un qualcosa di più scandalistico. Ma è andata bene lo stesso.

Tanya Wexler mette su una commedia adatta a tutti, con un bel ritmo, dialoghi frizzanti e con una messa in scena abbastanza classica e funzionale. Ottimi gli attori e in particolar modo Maggie Gyllenhaal, che sembra quasi riprendere la parte di Vero come la finzione - ma ci tengo a sottolineare il "quasi".
Anche se ripeto è una storia che si discosta molto dalla realtà dei fatti, resta interessante per il "fattore storico dell'isteria" (all'epoca considerata una vera e propria malattia) e della masturbazione, la quale non aveva alcuna accezione sessuale ma prettamente clinica e di conseguenza praticata per puro scopo medico.

In poche parole un film gradevole, divertente e intelligente. Mi ha ricordato per certi versi Lady Henderson presenta di Stephen Frears e Morti di salute di Alan Parker.

2 commenti:

  1. si è piaciuto molto anche a me, recentemente l'ho recensito ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, è proprio una bella commediola :)

      Elimina