12 marzo 2012

X-Men: L' inizio - Matthew Vaughn

Interessante questo prequel della saga iniziata da Singer, che dopo i primi due ottimi capitoli (per l'appunto diretti dal regista de I Soliti Sospetti) si era un po' persa nel confusionario terzo episodio e nell'orribile spin off Wolverine.

Come si intuisce dal titolo si torna alle origini, raccontando la genesi degli X-Men. Come per i film diretti da Singer anche in questo caso mi è molto piaciuta l'attenzione data alla caratterizzazione dei personaggi e, in particolar modo, a quella data ai due protagonisti Xavier e Magneto (interpretati ottimamente da McAvoy e Fassbender). Ho notato quindi un certo interesse da parte di Vaughn di non creare un semplice prodotto tutto effetti speciali, ma la voglia di dare alla pellicola un minimo di spessore, insomma qualcosa che non sia prettamente ludico da usufruire a cervello spento.

Ho urlato di gioia col cammeo di Hugh Jackman che fredda l'entusiasmo di Xavier e Magneto con un lapidario "Go Fuck Yourself!"


6 commenti:

  1. Il film migliore sugli X-Men, senza dubbio.
    Un prodotto d'intrattenimento che riesce anche ad essere intelligente.
    E Hugh Jackman è incredibile. Una scena memorabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me piacquero molto i anche i primi due :D

      Elimina
  2. Jackman così all'improvviso vale da solo il prezzo del biglietto xD

    RispondiElimina
  3. Nonostante il mio snobismo nerd, che mi impone di storcere il naso davanti ad ogni cambiamento effettuato sul fumetto, trovo che X-Men:l'inizio sia il film, tra tutti, più riuscito, sia come trama che come attori.
    L'unica cosa che ho trovato inguardabile è il trucco della Bestia, peggio di una maschera di carnevale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. verissimo più che Bestia sembra Chewbacca!

      Elimina