11 aprile 2012

Tre uomini e una pecora - Stephan Elliott

A Few Best Men (questo il titolo originale) cavalca l'onda dei matrimoni demenziali. Contiene dentro di sé molti di quegli elementi che hanno fatto guadagnare una barca di soldi a film come Una notte da leoni, Le amiche della sposa, 2 Single a nozze nonché rimandi a Funeral Party e a molta commedia romantica americana. 

Il mix bisogna ammettere che risulta anche riuscito anche se certo non mancano i deja-vu, però la tipica verve dataci dalla matrice britannica lo rende comunque gradevole e divertente conferendogli quel tocchetto di originalità nello humor. Non siamo di fronte ad un capolavoro, ma per una serata di puro relax durante la quale si vuole assistere a situazioni assurde e catastrofiche, black-out alcolici, a fattanza a base di cocaina, al bellissimo panorama australiano, a una perlustrazione anale di una pecora o a un po' di romanticismo va benissimo. 
Nel cast vi compare anche una Olivia Newton-John molto esuberante. Che altro si può volere?


Il titolo italiano Tre uomini e una pecora, nonostante sia orribile, poteva anche starci ma a quanto pare nessuno si è accorto che gli "uomini" sono in realtà quattro (guardate la locandina originale qua sotto). Ottimo lavoro ragazzi, avrete ottime chance nella rush finale per il premio Titolisti Italiani 2012.


4 commenti:

  1. Non mi ispira granchè, ma se metti la tua garanzia di Expendable gli do volentieri un'occhiata! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me si può fare ;)
      come dice il buon marco fa il suo porco dovere, niente di più.

      Elimina
  2. un film che fa il suo porco dovere di intrattenere!
    niente di più, ma anche niente di meno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stavolta mi tocca darti ragione (puoi immaginare quanto mi sia difficile :D), ma è esattamente come hai detto.

      Elimina