05 giugno 2012

Safe - Boaz Yakin

Le cose sono andate così. 
Jason durante le riprese degli ultimi tre film (The Mechanic, Blitz e Killer Elite) si è veramente molto annoiato così, prima di iniziare a girare Safe, è andato a casa di Yakin per parlare del suo personaggio. Jason ha gentilmente chiesto al regista/sceneggiatore se, per favore (è inglese perciò chiede sempre per favore), nel film gli facesse tirare calci e schiaffi a volontà. Yakin all'inizio ha obiettato ma poi all'improvviso, subito dopo aver parlato con Jason, si è convinto. Ha cancellato scene random dalla sceneggiatura e le ha rimpiazzate con Jason che massacra cinesi, russi e poliziotti. Come abbia fatto il britannico a convincere Yakin resta ad oggi un mistero.
Perciò se durante la visione vi chiedete il perché di alcune scelte narrative, ricordatevi quanto appena dette e andate avanti a cuor leggero fino alle prossime botte che si materializzeranno sullo schermo.

Yakin, nonostante tutto, gira discretamente e inserisce anche alcune riprese che non ti aspetti... io ho proprio detto "Apperò!". Dal punto di vista attoriale abbiamo Jason che picchia forte forte - e credo che come analisi possa bastare -;  la bimba cinese se la cava abbastanza bene e quelli che si scontrano con il Re hanno le facce giuste per i loro ruoli (bestioni Russi sembrano bestioni Russi, Cinesi sembrano Cinesi ecc.).

In parole povere un discreto action con il solo, l'unico, il Re Jason Statham.

1 commento:

  1. Non vedo l'ora di vederlo, solo per Jason? bhè non saprei, la tua analisi al film mi ha incuriosito, quindi spero di ammirare anche altro e non solo il mitico Jason.....

    RispondiElimina