20 settembre 2012

48 Ore - Walter Hill


Sono stato in prigione per tre anni, il mio cazzo diventa duro se soffia il vento

Vi è stato un tempo durante il quale in Tv bastava annunziare: "Nell'arco di pochi dì, all'ora che volge al desìo, trasmitto sarà una pellicula dal gaudio intento cum Eddie Murphy", per far innalzare l'hype delle genti a palla.

Che fosse un film action o una commedia, ma molto probabilmente erano entrambe, poco importava. Che il film fosse stato trasmesso appena tre settimane prima poco importava. L'unica cosa che importava era Eddie Murphy. Eravamo gente semplice e con poche pretese, all'epoca.
Poi un bel giorno, credo tra il 1995/1996, tutto svanì come per magia. Per un po' ho sperato che fosse solo un momento di passaggio, ma giunto alla terza delusione di fila e con delle prospettive per il futuro pessime, abbandonai Eddie al suo destino.

Che sia 48 Ore il primo Mitico ufficiale di Eddie (tempo fa ho postato Una poltrona per due) non è una casualità, l'ho scelto perché tutto iniziò con questa strepitosa pellicola di Walter Hill. Il film è esattamente come lo ricordavo, un action bello spinto con battute lontane chilometri da un qualsiasi barlume di finezza. 

Simply Mitico!

8 commenti:

  1. Filmone! DA VEDERE E RIVEDERE! E scusate la sottolineatura maiuscola!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo!
    Film supercult!
    Ogni volta lo rivedo con grande goduria!

    RispondiElimina
  3. Quando Murphy era un fico della madonna...

    RispondiElimina
  4. Uno dei miei film preferiti!!!
    Nick Nolte strepitoso, infatti un altro film che adoro è In fuga per tre, sempre con lui.
    Poi, vabbè, Eddie Murphy è Eddie Murphy :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. molto carino anche in fuga per tre, che poi c'era il grande martin short ;)

      Elimina