25 settembre 2012

I nuovi eroi - Roland Emmerich

i nuovi eroi
La mia relazione con I nuovi eroi, primo della saga Universal Soldier, non è mai stata delle migliori. Non so, ma quando lo vidi al suo tempo mi esaltò poco, forse perché ero troppo fan del Van Damme in versione tournament. Insomma è andata a finire che lo vidi e lo bollai con un bel "Mah!" di sdegno.

Oggi, siccome mi voglio moderatamente bene, faccio rientrare questo mio atteggiamento nella sfera degli "errori di gioventù", così da non martoriarmi troppo per non aver perseguito il culto che questa pellicola si merita. Perché cari miei, se già non ne siete al corrente, dovete sapere che I nuovi eroi è un signor film. E non parlo di signor film nell'ambito della filmografia vandammiana, ma proprio in generale... o quanto meno in quella sci-fi/action.
Dentro c'è un po' tutto quello che si può chiedere, sparatorie ed esplosioni, dei super soldati modificati geneticamente e quindi indistruttibili, belle scene di scazzottate, Dolph (si c'è pure lui!) che fa il sadico, inseguimenti e pure un po' di romanticismo che mi ha ricordato - ma credo solo a me - Starman di Carpenter.

Incredibile ma vero quelli che sono poi considerati i limiti recitativi di Van Damme e Lundgren, cioè le scarse capacità espressive, qui risultano ad hoc perché interpretano questi soldati-droidi. Nella parte della donzella poi c'è la brava e bella Ally Walker, recentemente divenuta nota per aver ricoperto il ruolo dell'agente Stahl in Sons of Anarchy.

Fate come me, recuperatelo... ne vale la pena!

IMDb

4 commenti:

  1. Frank, sai che questo non l'ho mai visto? Eppure me ne hanno sempre parlato bene, e ora che anche tu l'hai rispolverato mi sa tanto che dovrò concedergli una visione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. recupera assolutamente, è proprio figo!

      Elimina
  2. io lo vidi anni e anni fa e non mi esaltò, anzi...non so se il mio è un errore di gioventù, dovrei riprovare a vederlo...

    RispondiElimina