22 settembre 2012

La Promessa - Sean Penn

la promessa
Per la sua terza prova registica, Sean Penn sceglie di adattare il breve romanzo La promessa (che è lì, in attesa di essere letto da tempo ormai leggendario) che Friedrich Dürrenmatt trasse da la sceneggiatura del film Il mostro di Mägendorf, sempre da lui scritta.

Penn per questo thriller sceglie un modo di racconto un po' insolito per un film datato 2001, perché si discosta di parecchio dai canoni adrenalinici che un thriller di questi ultimi anni di solito possiede. Le scelte optate sono quelle di allontanarsi anche di molto dall'indagine vera e propria, di accentuare la lentezza delle azioni, di dare ampio sfogo al bellissimo panorama del Nevada (nella realtà dovrebbe essere da qualche parte in Canada) concentrandosi principalmente sull'uomo, su quel vecchio poliziotto che per mantenere la fatale promessa di catturare l'assassino entra nei meandri dell'ossessione e della follia.

Un film di attesa quindi, che Penn dirige con molta diligenza e sensibilità, e con un'interpretazione magistrale di Jack Nicholson. Ricchissimo, nonché bravissimo, il resto del cast con attori del calibro di Benicio Del Toro, Aaron Eckhart, Patricia Clarkson, Robin Wright, Vanessa Redgrave, Mickey Rourke, Helen Mirren, Harry Dean Stanton e Sam Shepard.

Bello.

Imdb

12 commenti:

  1. Grandissimo film, secondo me il migliore di Penn regista.
    Insolito per il genere, profondo, sentito e potentissimo. Nicholson pazzesco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dovessi fare una top 3 dei lavori di penn in prima posizione metterei lupo solitario... ma più per l'aria di disperazione che altro :D

      Elimina
  2. Ciao Frank! Grazie per essere passato da me :)
    Mi hai fatto venire una gran voglia di rivedere "La promessa"...

    RispondiElimina
  3. anche per me è il suo miglior film da regista! un grandissimo slow thriller...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come già detto sopra a james per me il suo migliore è lupo solitario, ma questo resta comunque un thriller coi controcosi... anche se è slow!

      Elimina
  4. Uno dei primi film che vidi in DVD, ottimo thriller che riuscii a godermi molto più del libro che in realtà non mi fece proprio impazzire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pure per me è stato uno dei miei primi dvd, visti e posseduti :D
      sul romanzo ho sentito pareri discordanti, credo che l'unica cosa sia leggerlo.

      Elimina
  5. l'ho visto al cinema a suo tempo, eravamo non più di una decina, e le immagini di Nicholson impazzito sono bellissime, e te le ricordi per sempre.
    da appassionato di Friedrich Dürrenmatt ho rintracciato "Il mostro di Magendorf", del 1958, di Ladislao Vajda (quello di "Marcellino pane e vino"), si trova in rete in spagnolo.
    tutto questo per dire che anche il film di Vajda è bellissimo, chi ne ha voglia lo recuperi, non de ne pentirà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non conosco molto dürrenmatt ma ho già recuperato "assassinio sul ponte".
      per "il mostro di magendorf" invece credo che opterò per la versione originale (ho visto che si trova), con i sottotitoli in inglese... la sola lingua spagnola mi risulta un po' ostica senza aiuti.

      Elimina
  6. Visto il film e letto il libro, dopo avere gia' visto il film
    ho riconosciuto subito il film, ma questo non ha tolto nulla al piacere della lettura, nemmeno conoscendo la trama e ilfinale
    Lo consiglio
    Ah, il film mi e' piaciuto tantissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buono a sapersi. prometto di cominciarlo prima :D

      Elimina