28 settembre 2012

Magic Mike - Steven Soderbergh

magic mike
Mi sono buttato nella visione pieno di pregiudizi. Che ci volete fare, sono maschio e il trailer mi aveva fatto intendere fosse un film da sbrodo, quindi l'idea iniziale era di non vederlo. Poi, però, per via di una serie di circostanze e vuoi anche per un pizzico di curiosità la visione del film è arrivata e mi ci sono messo zitto e buono, pregustando silenziosamente (o quasi) le cattiverie che avrei potuto dire.

Che il trailer fosse un pelo tendente verso una sola parte della storia me l'aspettavo, ma non è stato del tutto ingannevole perché, in fin dei conti, di spogliarelli ce ne sono in abbondanza e gli "artisti" sono quasi sempre a petto nudo - quindi se avete intenzione di vederlo per quel motivo, buttattevi in piena tranquillità. Sull'altro versante della storia, cioè quella drammaturgica, vi è una netta divisione in due parti con la prima più scanzonata e sbarazzina mentre la seconda un po' più seriosa e drammatica. Entrambe, con in aggiunta il condimento di spogliarelli vari, fanno di Magic Mike un film inutile
La parte drammaturgica (o narrativa, scegliete voi) non solo è di un banale sconcertante ma è mero collante tra i vari show dei Centocelle Nightmare della Florida. 

Ma il problema non è solo questo perché le cose vanno anche peggio se si prende di mira il solo punto di vista tecnico. Ho notato, difatti, una certa vuotezza generale di Soderbergh (nel senso che non ho trovato molte differenze di regia tra i vari Step-up e puttanate simili) con in più l'aggiunta di una fotografia veramente discutibile, patinatissima e fredda per gli spettacoli di strip e invece di un orribile color piscio di gatto/magenta-shock per le scene di giorno. 

Tanto per concludere vorrei mettere in paragone Magic Mike con il film Fightin, che ha sempre Tatum come protagonista. Ce l'avete presente Fightin? Se si, sappiate che il livello di banalità è lo stesso. Se invece la vostra risposta è no, ignorate queste ultime frasi.

IMDb

Durante la visione del film mi sono venute in mente delle domande a cui non ho saputo dare risposta. Ve le espongo, hai visto mai che qualcuno sa le risposte:
 - È normale che agli spettacoli di strip si presentino solo gnocche? Cioè, davvero si viene a creare  un fregnaio di ventenni, o giù di lì, alla mercé di tipi muscolosi e depilati?
- Tra i tanti mestieri messi in scena dagli stripper (come pompieri, marinai, muratori ecc.), come mai non vengono mai presi in considerazione, chessò, l'autista di bus, l'impiegato del comune, il bidello o il poeta? Si può, secondo voi, prendere questa "non considerazione" come una specie di discriminazione verso alcune categorie privilegiandone altre? I sindacati che dicono?

14 commenti:

  1. Insomma, come volevasi dimostrare è lammerda...certo che Soderbergh è un altro che dovrebbe cambiar mestiere subbbbito subbbbbito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che poi un paio d'anni fa aveva pure detto che si sarebbe ritirato... e magari l'avesse fatto!

      Elimina
  2. Stranamente non mi trovo d'accordo, Frank.
    Io l'ho trovato più profondo di quanto pensassi, e mi sono anche divertito.

    Rispetto alla questione cessi, ti ricordo però la tipa obesa che "infortuna" Joe Manganiello durante un numero pseudo-69! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ho trovato solamente tanta banalità, ad un certo punto mi sono sentito veggente... poi ho capito che non ero ma era il film ad essere scontatissimo.

      dai c'è ne solo una "normale" in tutto il film e fa pure i danni! :D

      Elimina
  3. E comunque, non avrei mai pensato di difendere Soderbergh dopo quella schifezza di Knockout!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per knockout avevo un hype mostruoso, poi miseramente scemato con l'arrivo delle prime recensioni. ma mi sono ripromesso di vederlo comunque perché è pur sempre un film che promette botte.

      Elimina
  4. continua a non interessarmi...

    Ah, quel tipo di discriminazione non la tollero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io chiedo a gran voce l'intervento dei sindacati, questa situazione non è più tollerabile.

      Elimina
  5. non è che si presentino solo gnocche. è che noi femmine, in un modo o nell'altro, siam tutte fighe. (osa smentirmi e sei morto)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. però... cioè nel senso che... ok, hai ragione -.-

      Elimina
  6. ah ah l'ho visto ieri , una delle mie famigerate visioni coniugali ma in fondo andava anche a me di vederlo...io mi trovo a mezza strada tra Mr Ford e Frank: nel senso che non mi ha entusiasmato , mi ha fatto sorridere in più di un'occasione ( i numeri dei ballerini mi hanno fatto letteralmente collassare) ma il retrogusto amaarognolo della seconda parte non mi ha colpito più di tanto...comunque ne parlerò a brevissimo da me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non saprei, sarà che non ho trovato divertenti manco gli strip o le gag della prima parte.

      Elimina
  7. mah .... Sodebergh e' sopravvalutato
    questo film non l'ho visto e non ho nessuna intenzione di vederlo
    Knockout era appena appena sufficiente, ma nulla piu'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei la prima che dà appena sufficiente a knockout :P

      Elimina