29 ottobre 2012

Il mio migliore incubo! - Anne Fontaine

Quest'ultima fatica della Fontaine, regista i cui film non mi hanno mai detto granché, è un commediola sugli opposti che si attraggono.

Tutta la prima parte è abbastanza riuscita, c'è un discreto gioco di parti e una divertente presentazione dei due personaggi principali. Ma nel finale tutto precipita clamorosamente con una chiusura che non si capisce se sia troppo tempestiva o priva di qualsiasi idea (probabile entrambe), con scene messe un po' a caso e una confusione generale che di certo non aiuta. L'unico merito del film, che lo eleva un minimo e che potrebbe giustificarne la visione, è stata la scelta dei protagonisti: Isabelle Huppert, perfetta nella parte della stronza borghese, e Benoît Poelvoorde, che mi piace pensare abbia girato il film senza saperlo... lo portavano sul set, gli davano alcool e lui partiva.

Grazie a loro il film diventa guardabile, almeno fino all'intoppo.

4 commenti:

  1. io l'ho trovato talmente odioso che pur avendo appuntato appena dopo la visione qualche impressione poi ho deciso di non pubblicare...una commedia sciapa assolutamente prevedibile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono in linea di massima d'accordo con te però mi son piaciuti i due attori. una puntualizzazione un po' inutile, lo so, perché tanto il film resta insalvabile.

      Elimina
  2. bel blog...venite su nonsoloci.blogspot.it

    RispondiElimina