22 novembre 2012

Lawless - John Hillcoat

alt
Tre fratelli sono al centro di Lawless, tre fratelli dediti alla fabbricazione e al contrabbando di alcool nell'ignorante provincia americana durante l'epoca del proibizionismo.

La nuova pellicola di Hillcoat e Cave torna ancora una volta a raccontare dei rapporti tra tre fratelli banditi, ma sebbene Lawless si possa facilmente ascrivere alla lista dei bei film non può però competere, per potenza di impatto, con La Proposta, film del 2005 e loro precedente collaborazione.

Ciò che quel La Proposta aveva come marcia in più era forse un senso maggiore di disperazione, un senso di inevitabilità e quella consapevolezza da tragedia classica che ti fa sperare ben poco per le sorti dei protagonisti. Dalla sua Lawless ha l'essere basato su fatti realmente accaduti, i quali sebbene rendano più reale quel che viene raccontato è anche vero che annullano quelle intuizioni che erano de La Proposta il punto forte.

Detto questo, Lawless resta comunque un film molto ben fatto, con una sceneggiatura precisa e puntuale e con dei bei personaggi. Ad interpretare questi poi abbiamo alcuni dei migliori attori che offre la piazza come: Shia LaBeouf, che se la cava meglio rispetto alle ultime prove offerte; Tom Hardy, come sempre il più cool di tutti; un cattivo e viscido Guy Pearce, con tanto di acconciatura improponibile; e a seguire Gary Oldman, Jessica Chastain, Mia Wasikowska, Jason Clarke e in una particina Noah Taylor.

Hillcoat dirige tutta la baracca con mestiere, sapendosi ben destreggiare tra gli spazi e i personaggi, tra ambiente e rapporti personali. 

Un bel film, non memorabile, ma un bel film.

IMDb 

10 commenti:

  1. Risposte
    1. Una lagna? Allora sono quasi sicura che mi piacerà. :)

      (Comunque io inizio a non sopportarvi più, a voi che vi vedete di tutto di più con tutto questo anticipo. Non è giusto, ecco!)

      Elimina
    2. una lagna mi sembra un po' troppo! non è un action tutto sparatorie e budella di fuori ma da qui a considerarlo una lagna ce ne vuole

      @poison: ti posso capire, ma è un brutto vizio il nostro. non ci possiamo fare niente :D

      Elimina
    3. ahahah poison ha ragione! ;) (anche se ne faccio parte anch'io)

      Elimina
  2. shia labeauf mi piace come una verruca sul culo, ma nick cave, nick cave, signora mia! amo quell'uomo, soprattutto dopo averlo conosciuto come scrittore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sono mai stato un fan di cave, ma da La Proposta il mio rispetto è salito di molte posizione. labeouf devo dire che se la cava piuttosto bene, comunque è lontano da quanto fatto in precedenza.

      Elimina
    2. ti consiglio i due romanzi, secondo me meritano

      Elimina
  3. Non l'ho ancora visto, vedrò di recuperarlo.
    Ma mi sa tanto che starò più con te, Frank, che con il Cannibale! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si sono certo che mi appoggerai... una lagna è esagerato!

      Elimina
    2. sono daccordo con te Frank, tra l'altro abbiamo postato la rece proprio oggi entrambi. Poteva essere un piccolo capolavoro...

      Elimina