13 novembre 2012

Safe House - Daniel Espinosa

Safe House è un action/thriller, su sfondo spionistico, senza infamie e senza lodi.

Per il suo debutto americano il regista svedese Espinosa (del quale sembra interessante il suo Easy Money), usa tutti le regole e i sotterfugi che il genere ha costruito e fatti suoi in anni di sana attività. Quindi niente di nuovo sul fronte occidentale e pure orientale. Tutto scorre veloce e senza intoppi tra sprazzi di banale intrigo e scene ad alto potenziale action... in pratica, per farla proprio spiccia, siamo dalle parti della saga Bourne.

Ad aiutare Espinosa, che comunque da bravo scolaretto porta a casa il prodotto, troviamo un cast di alto profilo professionale - Denzel Washington, Ryan Reynolds, Vera Farmiga, Brendan Gleeson, Liam Cunningham e Sam Shepard - che eleva il film quel minimo da essere "da sala" invece che "da cestone del supermercato". 

Ideale per una serata senza sorprese.

7 commenti:

  1. Concordo in pieno, Frank. Pensavo fosse una roba inguardabile, invece fa il suo ed è innocuo.
    Giusto per una serata senza pretese, come dici anche tu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in una serata senza niente da vedere me lo sparo volentieri! ;)

      Elimina
  2. Abbastanza prevedibile, ma Denzel Washington fa ancora la sua porca figura.

    RispondiElimina
  3. anche io pensavo di trovarmi a una cacchetta di film e invece era meglio di quanto pensassi...

    RispondiElimina
  4. Anche a me non ha annoiato, un 6,5 ci sta....

    RispondiElimina
  5. da un certo punto di vista è stata una delusione, l'avevo visto con la sola intenzione di blastarlo a morte -.-

    RispondiElimina
  6. Pure io pensavo fosse una terribile ca**ta... invece e' piu' che passabile. Danzel col capello grigio ha sempre il so fascino :-p

    RispondiElimina