22 gennaio 2013

Frankenweenie - Tim Burton

Frankenweenie
Per Frankenweenie, ultima fatica "riciclata" di Burton, tocca rifare a grandi linee lo stesso discorso fatto per Dark Shadows.

Ovvero che il film è caruccio, è fatto molto bene, è divertente, ci sono tantissimi rimandi a classici del terrore - dai nomi usati per i personaggi come Frankenstien, Van Helsing, Edgar o la tartaruga Shelley alle citazioni a film come La moglie di Frankenstein o Dracula il Vampiro - eccetera eccetera.
La confezione è accurata e l'immaginario di Burton, che allunga il suo corto Frankenweenie inserendolo all'interno del mondo dell'altro suo corto animato Vincent, è ovviamente rispettato.

Ma tutta l'operazione, come accadeva esattamente per Dark Shadows, ha come un sapore di stantio e di già visto. La stessa visione poi mi è risultata non proprio facile per via di una sorta di appesantimento nella parte centrale, ovvero proprio quella parte che si distacca nettamente dal corto originale e che mostra tutta l'acqua aggiunta al brodo.

Che dire quindi? Ancora nessuna idea forte, nessuna variazione e nessuna originalità. Unica novità assoluta da segnalare sono le assenze di Depp Helena Bonham Carter.

IMDb 

12 commenti:

  1. Boh..sarà che non sono una burtoniana di ferro, ma l'ho trovato, come scritto dalle mie parti, assolutamente delizioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'ho trovato anche io delizioso, ma è al tempo stesso tutta roba trita e ritrita :)

      Elimina
  2. macché dark shadows..
    questa è una nuova chicca assoluta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me è proprio sul "nuova chicca" che ci scontriamo. cioè è un'idea riciclata messa in un'altra ambientazione riciclata. fosse stato del 1992 allora avremmo avuto una nuova chicca. ma nel 2013 è roba vecchia acchittata per l'occasione.

      Elimina
  3. Per una volta mi ritrovo d'accordo con il Cannibale e opposto al tuo punto di vista.
    Grande ritorno per Burton, che finalmente produce un gioiellino che rimanda ai tempi di Edward!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheheh mi dispiace averti messo in questa situazione :D
      comunque non solo rimanda ai tempi di edward è proprio fermo lì! come se quanto fatto dopo, da burton stesso, non fosse proprio stato preso in considerazione. che poi resta molto carino questo è indubbio.

      Elimina
  4. o.O i Maya avevano ragione, questo è l'anno dello sconvolgimento Il cannibale e Mr Ford concordi?
    Si salvi chi può!
    Per quello che ho visto è piaciuto anche a me, poi mi sono addormentata... mea culpa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici che i maya si riferissero a loro due? :P

      Elimina
  5. edward mdf m'aveva fatto schifo quindi, se ford li accomuna, forse me lo posso anche perdere... :-)

    cmq il fatto che manchino depp e la hbc gioca assai a suo favore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma una visione in fin dei conti se la meriterebbe pure, il punto è che non ho trovato niente di nuovo da farmi gridare al miracolo o alla rinascita!

      Elimina
  6. anche io l'ho trovato delizioso ma è indubbio che è opera di alto riciclaggio di un corto già delizioso di suo...quindi aspettiamo Burton al varco per il prossimo film ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ormai sono anni che spero sempre poco sul "prossimo film di burton". gli ultimi due almeno sono stati quanto meno guardabili, fatti come si deve, con discreti ritmi ma comunque scontati e vuotissimi. però un minimo di crescita c'è stata

      Elimina