12 gennaio 2013

The Scapegoat - Charles Sturridge

the scapegoatThe Scapegoat (letteralmente Il capro espiatorio) è un adattamento televisivo dell'omonimo romanzo di Daphne Du Maurier trasmesso dalla rete britannica ITV (quelli di Downton Abbey).

La storia parla di due uomini non relazionati tra loro che per caso si incontrano, notano di essere praticamente identici e si scambiano i rispettivi ruoli, cioè uno lo scambia volontariamente mentre l'altro subisce. Insomma un incipit non certamente originale - Il prigioniero di Zenda, Il principe e il povero, La maschera di ferro ecc. - ma comunque sempre intrigante anche se bisogna ammettere, almeno in questo caso specifico, che si necessita una forte sospensione della realtà per bersi la storia che due sconosciuti fisicamente identici possano avere la stessa voce, la stessa camminata, le stesse movenze, le stesse espressioni e quant'altro.

Come al solito non conosco la matrice letteraria quindi non so dirvi se il lavoro della Du Maurier sia stato rispettato o meno, ma posso dirvi che come prodotto filmico, considerando soprattutto la sua destinazione televisiva, è di altissimo livello. La ricostruzione storica, siamo nel 1952, è certosina, bella l'ambientazione campagnola con la tenuta lasciata andare al suo splendido declino e ottima la scelta di fotografare il tutto con luci soffuse e rossi accesi... ve l'avevo detto che il livello è alto. Convincente è anche il cast dove spicca in particolar modo Matthew Rhys nella duplice veste dei sosia.

Insomma un bel dramma British, ma non dimenticate che per goderne appieno si necessita di lasciare da parte la plausibilità per quasi due ore.

IMDb 

2 commenti:

  1. Sarà che i film tv non li guardo ma di questo non ho mai sentito parlare. E' britannico, quindi ora lo recupero anche se l'argomento non è di quelli che amo di più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provalo, i britannici co ste cose ci sanno fare ;)

      Elimina