14 gennaio 2013

Watchmen - Zack Snyder

Watchmen
Who watch the Watchmen?

L'uscita del fumetto (anche se ora si chiamano graphic novel per me restano sempre fumetti) segnò, verso la fine degli anni '80, un punto di non ritorno. Questo, assieme al Batman di Frank Miller uscito nello stesso periodo, strappò quell'aurea quasi divina del supereroe. Gli uomini mascherati toglievano la loro maschera e si mostravano per quel che erano in realtà, cioè uomini come tutti. Pieni di paure, di difetti, talvolta fragili e tormentati.
Ovvero Uomini.

La trasposizione fatta da Snyder poteva in qualche modo risultare pericolosa per due semplici motivi. Il primo era il confronto con una pietra miliare del fumetto, mentre il secondo era il dover accontentare una platea abbastanza vasta ma soprattutto esigente e non necessariamente conoscitrice dell'opera originale. La scelta finale operata da Snyder è stata, almeno secondo il mio piccolo punto di vista, quella più azzeccata. Non gli ha letteralmente fregato un beneamato cazzo di accontentare chicchessia.

Watchmen quindi resta in linea di massima quello che era, ovvero un hard-boiled, profondamente nichilista e figlio degli anni '80. Potrebbe anche essere visto come un'opera nostalgica e non al passo coi tempi, ma poco importa perché tanto la potenza della storia è ancora attuale e calzante.

IMDb

P.S. - La colonna sonora spacchetta!

11 commenti:

  1. "Non gli ha letteralmente fregato un beneamato cazzo di accontentare chicchessia." <- si cazzo!
    Devo rivedermelo al più presto.

    RispondiElimina
  2. Non sono una "fumettara" e quindi dal basso della mia ignoranza ti confesso che non mi è piaciuto tanto...

    RispondiElimina
  3. Un film di una mediocrità esasperante. Non faccio paragoni col fumetto, perchè la lotta sarebbe impari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. addirittura mediocre? cioè che la matrice sia di livello superiore è fuori questione, però per come è stato trattato, per il respetto riservatogli, secondo me meglio non poteva essere fatto.

      Elimina
  4. non conoscevo il fumetto ma come film non mi è dispiaciuto...

    RispondiElimina
  5. Non conosco il fumetto quindi non so quanto il film abbia rispettato le tematiche, i personaggio etc etc, ma visto cosi' come film a se non mi era dispiaciuto

    RispondiElimina
  6. Il fumetto è un Capolavoro, ma devo dire che il film rende bene. Anzi, forse il migliore di Snyder con L'alba dei morti viventi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi mancano gli ultimi due, ma devo dire che pure 300 mi era piaciuto parecchio. l'alba dei morti viventi spacchetta ;)

      Elimina
  7. ragazzi il fumetto è da leggere, si tratta di vera e propria letteratura. ve lo consiglio spassionatamente :D

    RispondiElimina
  8. Per tutti i film tratti dalle opere di Alan Moore il paragone con il fumetto NON deve essere neanche preso in considerazione. Sarebbe per forza di cose una condanna troppo pesante per le pellicole.

    Detto questo, il film di Watchmen l'avevo trovato davvero ben realizzato e non proprio all'acqua di rose come è capitato di vedere con altre trasposizioni dai comics. Il risultato a me era parso decisamente buono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la vediamo allo stesso modo, il paragone è inutile farlo. il film però l'ho trovato, sempre considerando limiti imposti da una trasposizione, una pellicola ben fatta, rispettosa e comunque in linea con l'idea originale.

      Elimina