06 febbraio 2013

Vacanze di Natale - Carlo Vanzina


Zartolin... tenga, la mutanda!

Ma cosa gli si potrà mai dire a un film come Vacanze di Natale?
Io lo considero come l'amico scemo al quale, nonostante tutto, gli si vuole bene. Che fa persino ridere, ma più per la grevità verbale o per le freddure estreme, che per un vero senso comico.

Personalmente si eleva nella schiera di Mitico per alcune battute ormai leggendarie, per un Christian De Sica sì volgare ma anche moderno, per la presenza del grande Mario Brega e per altre amenità simili. Come dicevo è un film da prendere un po' così, senza impegno, senza andare a cercare scusanti come "è una fotografia dell'Italia degli anni '80".
Frasi simili le considero tutte puttanate perché a me il primo Vacanze di Natale fa ridere e diverte proprio per la sua rozzagine e delle "fotografie" mi frega veramente poco. A me piace per le sue battute anche velatamente razziste (proprio uno 'sti cazzi al politically correct, che forse all'epoca non c'era) e non per comprendere un'immaginario passato della nostra amata italietta.

Non mi sono rincretinito o quant'altro, non sono in pieno delirio. Cioè lo so che Jerry Calà è praticamente incapace nel recitare nonché improbabile nelle vesti di latin lover, che gli sguardi intensi e sentimentali del buro Amendola sono ridicoli, che non ha una vera e propria trama ma solo siparietti stupidi basati quasi tutti sul sesso, che è girato coi piedi e che è la causa scatenante del fenomeno Cinepanettone che ancora oggi affligge la penisola. 
Comprendo benissimo qual è il reale valore di un film come Vacanze di Natale, non temete miei cari accademici, ma vi confido anche che se lo si vede con il giusto mood e magari con la giusta compagnia, questo piccolo stupido film, altamente cretino, fa passare bene la serata. Con tanto di gara ad anticipare le battute o le varie gag.
Provare per credere.

E poi è anche uno specchio di quello che eravamo nel periodo... no, sto scherzando.

IMDb

13 commenti:

  1. OK. Non sei più mio amico.
    Fino al prossimo post. :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e se il prossimo post fosse un altro cinepanettone? :D

      Elimina
  2. Sarà un mio problema, ma non ho mai sopportato Christian De Sica hahaha ^_^

    RispondiElimina
  3. Lo ammetto, sono cresciuta con questi film, visto che in TV passavano solo questi oltre a Bud Spencer e Terence Hill... e ammetto anche che questo dovessi rivederlo mi farebbe ridere per l'incredibile quantità di trash contenuta (e Gerry Calà. Non dimentichiamo Gerry Calà E il cumenda. Tra l'altro questo è il film con De Sica che si riscopre gayo, giusto? XD).
    L'unica cosa che proprio non sopportavo, nemmeno all'epoca, era l'inserimento della love story buonista giusto per tener buone le donne che avessero dovuto incappare in questo film.

    Però, ecco, finiamola qui, film simili andavano bene all'epoca, ma continuare il filone per 30 e fischia anni è un'esagerazione XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siamo cresciuti nello stesso periodo,
      e le risate sono molto legate al fatto di aver assorbito il film negli anni. chi lo dovesse vedere oggi per la prima volta non so quanto si possa divertire. comunque hai beccato il film anche se de sica non si riscopre gay ma bisex, o meglio "moderno" come dice lui.
      se noti questi tipi di film contengono all'interno ogni stereotipo, quindi la parte romantica, il romano, il milanese, il poveraccio, il ricco, l'arricchito cafone ecc. proprio perché deve accontentare la massa.

      Elimina
  4. E anche 'sto Natale se lo semo levato dalle palle! all'epoca questo film aveva il sapore della novità è stato il dopo che ha rovinato tutto...nonostante io sia un bvadipo cinefilo vaffinatamente snob se mi capita mi fevmo a videvevlo....e senza vevgognavmi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il sano trash ogni tanto ci sta tutto :D
      comunque sulla longevità io non sono totalmente contrario, cioè se la gente da 30 anni continua a vederli sarebbe stupido fermarsi. ognuno è libero di scegliere. il vero problema secondo me è dato dal fatto che per 30 anni non si è prodotto altro, in italia i film trash ci sono sempre stati (vedi i vari franco e ciccio, lino banfi ecc.) ma erano accompagnati da tanto altro. secondo me è il piattume che ha generato odio verso i cinepanettoni, se no ci sarebbe stata solo indifferenza.

      Elimina
  5. Non ne ho mai visto uno nemmeno per sbaglio. Non ce la posso davvero fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. decisione che comprendo. come scritto poco sopra ognuno è libero scegliere e non oso nemmeno provare a convincerti. ti faresti solo del male ;)

      Elimina
  6. Concordo pienamente con te su questo film

    RispondiElimina
  7. mi sa che me lo perdo volentieri. ma guarda la tristezza al minuto 11
    http://ondemand.mtv.it/serie-tv/il-testimone/s05/il-testimone-s05e01-vacanze-a-cortina-2010

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'avevo visto e fa rabbrividire! si prenda nota che il film è sì un mitico, ma che non sono a quei livelli di trash.

      Elimina