20 aprile 2013

La leggenda del cacciatore di vampiri - Timur Bekmambetov

La leggenda del cacciatore di vampiri (ovvero Abraham Lincoln: Vampire Hunter) è la seconda fatica americana del regista kazako Timur Bekmambetov dopo la trasposizione, caruccia ma niente di che, della graphic novel Wanted

A me, in tutta onestà, anche l'altro precedente, il film che l'ha portato al successo, I Guardiani del giorno non mi aveva entusiasmato più di tanto, tant'è che l'unico ricordo vivo di quella visione è la "noia". Oggi, dopo questi piccoli preamboli arriviamo a La leggenda del cacciatore di vampiri.
Il suddetto film si avvale della produzione di Tim Burton ed è tratto, e sceneggiato, dal nuovo pupillo di quest'ultimo Seth Grahame-Smith (del quale ammetto di aver letto Orgoglio e pregiudizio e zombie e di essermi anche parecchio divertito). 

Prima cosa da fare, quando si decide di affrontare la pellicola in questione, è accantonare qualsiasi pretesa poiché siamo di fronte ad un pop-corn movie, pieno di action, effetti speciali e freeze frame a iosa per accentuare il 3D (se come me lo vedete in 2D, l'effetto speciale prende un nuovo nome: FASTIDIO).
A me i pop-corn movie in genere piacciono, ci sono tanti esempi in questo blog che possono confermare quanto dico, e l'aspetto che più mi piace dei pop-corn movie è l'ironia di cui sono farciti, la cui mancanza, guarda caso, è la pecca principale de La leggenda del cacciatore di vampiri. Se poi a questa mancanza di ironia si aggiungono un protagonista senza verve e del quale ci frega poco e una continua ridondanza (ho capito che è rivolto ad un pubblico di ragazzini, ma c'è pur sempre un limite), la frittata è fatta e il film viene una schifezza.

Caro Abraham Lincoln che picchi i vampiri, 
mi dovevi intrattenere e invece mi ha solo sfrangiato i C*****NI!

IMDb 

Pubblicata anche su Paper Street

6 commenti:

  1. ah ah ah ! a parte lo sfrangiamento marronale , io francamente credevo di molto peggio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un film talmente inutile che non si merita manco vero odio :D

      Elimina
  2. E io che speravo in una tamarrata, peccato! ;)

    RispondiElimina
  3. Lo vidi pure in qualità brutta, a metà mi addormentai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il l'ho visto in dvd ma in 2D, quindi la qualità era da dvd, perciò il FASTIDIO è dipeso dagli effetti 3D che non ovviamente non si vedono

      Elimina