18 aprile 2013

Nella casa - François Ozon

nella casa
Nella casa è il secondo centro consecutivo per Ozon dopo una carriera un po' altalenante. Anzi con questa nuova fatica il buon François probabilmente raggiunge e supera, almeno per quanto mi riguarda, i fasti visti in Swimming Pool e 8 donne e un mistero.

Nella casa potrebbe essere identificata come una dark comedy letterale-voyeristica dalle tinte noir/thriller con un tocco di Woody Allen. Ok, mi rendo conto che sembra eccessivo ma vi sono davvero elementi che fanno parti di tutte queste categorie... nel caso di Allen vi sono parecchie citazioni ai suoi film.

Tratto da un'opera del drammaturgo spagnolo Juan Mayorga la vicenda, che parte in maniera abbastanza lineare e su dei toni leggeri, si evolve sempre più verso il meta racconto portandosi in uno stato di ambiguità narrativa dove realtà e finzione si confondono. La sceneggiatura, ad opera dello stesso Ozon, è probabilmente il primo elemento da elogiare poiché, oltre ad essere precisa e puntuale, ha un che di veramente intelligente riuscendo a mantenere sempre viva l'attenzione dello spettatore e a dare un giusto equilibrio alle varie situazioni emotive presenti nel racconto. Tanto per rendere le cose più chiare si passa facilmente da uno stato di comicità a uno di tensione o inquietudine e viceversa.

Ma siccome una sceneggiatura per quanto importante e ben fatta non fa un film, tocca anche citare la regia che risulta essere molto elegante, quasi old school, con parecchi movimenti di macchina morbidi e inquadrature bilanciate e precise. Pure gli attori sono in vera forma con i due protagonisti,  il veterano Luchini e il giovane Ernst Umhauer, che fanno una vera e propria gara di bravura. Se poi si aggiunge una schiera di comprimari, Kristin Scott Thomas, Emmanuelle Seigner, Denis Ménochet e Bastien Ughetto, da applauso anche su questo aspetto non possono che esserci lodi.

Nella casa è un film riuscito, molto bello e che consiglio caldamente... perché ne vale la pena.

IMDb 

18 commenti:

  1. Uh, bene.
    Di Ozon avevo visto "il rifugio", che, se non hai visto, mi sento di consigliarti, e questo mi ispira. se riesco a convincere le amiche magari lo vedo stasera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. andate andate pure a vederlo :D
      il rifugio l'ho visto tempo addietro ma non mi colpì più di tanto... magari proverò a ridargli una chance.

      Elimina
  2. per una volta siamo d'accordo!

    io l'ho adorato, questo film, ha superato persino le mie più rosee aspettative.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. difficile non essere d'accordo stavolta... anche se la cosa un po' mi preoccupa :D

      Elimina
  3. suona interessante!
    non ho capito se è già uscito nelle sale o lo stanno dando adesso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Dolce Farniente, in sala è uscito oggi.

      Elimina
    2. cara mia dolce, come già detto da poison, il film esce oggi in sala. non so dirti cosa succede dalle parti tue ma è probabile che sia già passato da un po'.

      Elimina
  4. Contavo già di vederlo sia perchè adoro il modo (a volte poco decifrabile) di fare film di Ozon, sia perchè la storia è di quelle che si fa vedere...ed ora con la tua recensione ne sono più che mai convinto.

    Il film è uscito oggi nelle sale
    http://www.stracinema.com/2013/04/film-al-cinema-dal-18-aprile-2013-ozon.html

    Riguardo il Rifugio di Ozon penso che ce ne siano di suoi molto più riusciti
    http://www.stracinema.com/2011/04/il-rifugio.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ti piace un po' il suo modo di fare allora non ti deluderà ;)

      Elimina
  5. Il tuo parere e perfino quello del Cannibale mi hanno incuriosito molto, in proposito: spero di recuperarlo presto! ;)

    E Julez afferma rassegnata: "Grazie, Frank Manila!" ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheheheh
      secondo me julez dopo averlo visto mi ringrazierà per davvero :P

      Elimina
  6. Ozon a me piace parecchio e questo sicuramente non lo perderò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ozon mi ha sempre incuriosito ma non ha sempre brillato, anche questa doppietta consecutiva promette bene per il futuro...

      Elimina
  7. Bello che è bello che è bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh sì. considera che avevo dormito pochissimo e ho iniziato a sbadigliare alle 3 di pomeriggio. temevo di addormentarmi in gloria sulle poltrone del cinema, e invece non è successo. il che la dice lunga. :)

      Elimina
  8. Ne stanno parlando tutti abbastanza male...ma io come già detto adoro Ozon e la tua recensione l'ho inserita nella rassegna stampa sul film qui:

    http://www.stracinema.com/2013/04/rassegna-stampa-nella-casa-recensioni.html#more

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow grazie!
      sinceramente sono un po' stupito dai pareri semi-negativi :(

      Elimina