09 maggio 2013

The Last Stand - Jee-woon Kim

The Last Stand, ragazzi miei, è una vera figata. Inutile girarci intorno, tanto sempre a questa conclusione sarei arrivato. 

A questo punto avete due opzioni:
1) fidarvi ciecamente e smettere di leggere
2) continuare la lettura - prometto che sarà breve - e scoprire perché The Last Stand è una figata.



Se state leggendo questa riga vuol dire che non vi fidate, che siete sospettosi, dubbiosi e molto probabilmente vi siete appena detti una cosa del tipo "Voglio proprio vedere le cazzate che scrive ora!".
Se la mettete così vi accontento subito.

the last stand
Perché The Last Stand è una FIGATA:
Il perché è in realtà molto semplice, sbrigativo ed esclude fattori (anche ovvi) come quello che la regia di Jee-woon Kim sia superba, che la fotografia sia bella ecc.
Al momento ci frega poco. 

The Last Stand è una figata perché è Action

Grazie tante direte voi, ma se pazientate mi spiego meglio.
Con quel "è Action" intendo dire che al suo interno contiene proprio tutto ciò che è ed è stato l'action, ovvero dagli inizi, quando ancora non si chiamava così, passando per i fatidici anni '80, quando si è elevato a genere a sé stante, e così via fino ad oggi che va di moda il revival.
Ma vado per esempi così la faccio più semplice.
Parto dalla trama che ha il sapore del western, uno dei genere preambolo dell'action, tanto che ricorda a grandi linee Un dollaro d'onore di Hawks. Del western c'è anche la  fatidica frontiera fino a passare anche per un po' di spaghetti western (la scena della mitragliatrice), da qui il passo al western-metropolitano e l'arrivo al poliziesco è un attimo. Non ci dimentichiamo inoltre che il regista è coreano e si porta dietro la lezione asiatica di Hong Kong (dagli anni '80 ad oggi), lezione riscontrabile nell'estetica delle sparatorie nella cittadina fino alla scena nel campo di mais che mi ha richiamato un recente To. Ma ci sono anche le macchine, elemento fondamentale del genere, le quali evocano gli anni '70 nella fuga di Noriega (Strada a doppia corsia, Vanishing point, Gone in 60 seconds) fino ai moderni Fast & Furious. Poi ci sono ovviamente gli Stati Uniti con i suoi tipici cliché del genere, che vanno dall'eroismo all'ironia, dall'onore allo stesso Arnold Schawarzenegger. Non mancano poi la spalla comica, lo scontro finale a cazzotti, lo sbirro corrotto e l'indispensabile (parafrasando) "O noi o loro!". Non manca assolutamente niente, c'è tutto e quel tutto funziona che è una meraviglia. 

Per questi motivi (più ripeto l'altissima qualità stessa del film) The Last Stand è Action... ed è una vera figata.

IMDb

16 commenti:

  1. Figata assoluta e totale.
    Uberfigata.
    Da vedere, rivedere, imparare a memoria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da mettere nei programmi scolastici delle elementari!

      Elimina
  2. Frank, recensione bellissima. Anzi, una figata.
    Come questa bomba di film.
    Viva l'action e i suoi eroi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie james, come al solito sei molto buono :D

      Elimina
  3. ma se è una roba inguardabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero che anche tu percepisci questa nostra totale differenza di opinioni come una sorta di conferma :D

      Elimina
  4. Non sono riuscita a convincere le mie amichette a vederlo. Necessito di amico maschio e tamarro con cui andare al cinema a vedere queste cose. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me devi abbandonare 'ste amiche chic che ti ritrovi e iniziare a frequentare palestre di borgata.

      Elimina
  5. Uffa, lo voglio vedere anche io. Peccato che non ho il tempo nemmeno per accendere la tv.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. trovalo il tempo, anche a discapito di lavoro, famiglia e amici :D

      Elimina
  6. Diosantoalloramitoccarecuperarequestatamarratapazzesca?
    ok
    ci sto
    e poi c'è pure svarzi ;)

    RispondiElimina
  7. vedere questo film fa veramente godere come ricci! e Schwarzy fa morire con una insospettata verve comica ( la gag quando lui entra nel bar per far sgombrare i clienti è da antologia, ci ripenso e mi metto a ridere da solo come uno scemo ancora adesso!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ma pure su true lies, un poliziotto alle elemtari e i gmelli sfoggiava comicità a go go... anche su quella figata di last action hero

      Elimina
  8. Per quanto riguarda la regia Jee-woon Kim è decisamente incapace di sbagliare un film.
    Io ci ho "visto" pure mezzogiorno di fuoco, mentre fanno i preparativi per l'arrivo del cattivo :). Come hai detto tu qui dentro funziona tutto e ciò è l'ennesima dimostrazione che i critici non sono più tali visto come lo hanno trattato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero c'è una cosa simile in mezzogiorno di fuoco, ma se non ricordo male anche in un dollaro d'onore (ma lo devo rivedere) e c'è pure (sebbene in modo diverso) la preparazione della città in lo straniero senza nome... con tanto di striscione di benvenuto! :D

      Elimina