01 luglio 2013

31 giugno 2013... tempo di scrutini!


Siamo giunti a metà anno e sento di dover tirare le somme di questi primi mesi cinematografici, almeno per quanto riguarda quelli passati sul blog, tra nuove uscite e recuperi. Siamo ancora in avanscoperta, tanto deve venire, ma credo sia giusto capire quali siano fin'ora le conferme, le delusioni e quanto ci aspetta.

Lo Stuntman - Lezione 1: Fletti e vai!
Partiamo dall'horror.
L'andazzo visto fin'ora sul versante della paura sembra essere di due tipi.
Da una parte abbiamo la cazzata goliardica o il grottesco andante - Grabbers, John dies at the end, Stitches o Nazis at the center of the earth - dall'altra vi è un lato piuttosto serio e oscuro che tende a colpire gli affetti familiari - La madre e Sinister.
Comunque siamo ancora ben lontani dal colpaccio.

L'action/film di botte ha avuto momenti discreti in questi ultimi mesi.
Se l'ultimo Die Hard delude, il sesto capitolo di Fast & Furious invece esalta. Non sono dispiaciuti neanche Skyfall, Snitch e il geriatrico Stand up guys, mentre hanno deluso i britannici The Sweeney e Welcome to the punch (quest'ultimo stoppato per nervosismo) e il norvegese Flukt. E mentre sul versante Ni si assestano Jack Reacher e Parker, segno che mettere i nomi come titolo non porta tanto bene, si elegge come vincitore di questa sfida semestrale The Last Stand... se questo dovesse essere l'andazzo dei prossimi mesi, credo che a Dicembre si porterà a casa anche lo Spiccio Award. Per quanto riguarda la arti marziali tutto tace.

Ah, le donne!
Sul versante thrilling fin'ora non siamo andati benissimo, almeno prendendo i thriller a tutto tondo.
Effetti collaterali, BloodTower Block e L'ipnotista viaggiano sulla mediocrità, mentre sono risultati parecchio buone quelle pellicole dove il thriller è un elemento trasversale, non preponderante, come si può vedere nei bellissimi A royal affair, Argo e Nella casa.

Dando uno scorcio invece alle belle cose, che prescindono il genere, in questi 6 mesi si sono avvicendate pellicole di vario tipo come i magnifici Django Unchained, Zero Dark Thirty o il già citato Argo, il cartoon ParaNorman, gli italianissimi È stato il figlio, Io e te, Gli Equilibristi e Viva la libertà, il punkettoso DonT Stop (che spero un giorno avrà una distribuzione), i disorientanti Killer in viaggio e Wrong, lo splatter/fantasy Hansel & Gretel (lo so, ma a me ha divertito), la pezza emotiva También la lluvia (che è del 2010 ma io l'ho visto ora), lo sportivo De Marathon, il working class Wild Bill, il multi-storia Cloud Atlas, il vitalissimo Il lato positivo e l'avventuroso Kon-Tiki.
Belli, ma per me inclassificabili sono invece risultati La grande bellezza Holy Motors... segno che dovrei rivederli.

NO!
Passando ai No definitivi debbo dire che la pre-selezione ha fatto un eccellente lavoro tanto  che questi si limitano a: Warm Bodies, Lincoln, The Details, Hick, Studio IllegaleLa leggenda del cacciatore di vampiri. Spero che il numero non cresca in maniera esponenziale e che la pre-selezione continui a funzionare.

Tra i non riusciti, i riusciti a metà, le occasioni sprecate o i déjà vu abbiamo avuto film come: Viva l'Italia e Una famiglia perfetta, Officer Down, le commedie Gambit, The Guilt TripQuesti sono i 40The incredible Burt Wonderstone, il prometto ma non mantengo Flight, lo scabroso The Paperboy, il thriller The Call, il rifaccio me stesso Frankenweenie Storker, il debutto americano di Park.

A metà strada si posiziona invece Tulpa di Federico Zampaglione, il quale schizofrenicamente raggiunge l'inconsueto traguardo di essere da una parte un film oggettivamente brutto e dall'altra un grande omaggio a giallo italiano anni '80.

Quelli che abbiamo visto passare sono stati sei mesi tutto sommato interessanti ma, come già detto ad inizio post, tante sono ancora le attese. Tra questi quelli su cui sto ponendo speranze più o meno grosse abbiamo: la tamarrata culturista Pain & Gain, Monsters University, The World's End, OldBoy, Pacific Rim, Kick-Ass 2, Sin City 2, Elysium, This is the End, The Grandmaster, Machete Kills, Drug War, Blind Detective, 2 Guns, A Chinese Odyssey, Anchorman 2Mud, Rush, The Family, The Raid 2, 47 Ronin, Inside Llewyn Davis e Il canone del male.


Ci vediamo Venerdì 5... 'sti giorni c'ho da fare!

6 commenti:

  1. Personalmente parlando questo si sta rivelando un anno più che positivo. E come dici tu il meglio deve ancora venire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono stupito della buona qualità dei film italiani visti. tocca vedere se l'autunno porterà quanto promesso ;)

      Elimina
  2. Davvero effetti collaterali non ti è piaciuto??
    Per quanto riguarda gli horror ci sarebbe anche the bay da vedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. the bay l'avevo un po' scacato, ma leggendo in giro mi è salita la curiosità e infatti ce l'ho in lista. effetti collaterali a me a fatto più ridere che altro :D

      Elimina
  3. Ho finalmente visto Tulpa e devo dire che mi e' piaciuto tantissimo. Un grande omaggio al giallo che conferma le doti di Zampaglione come regista di genere. E' un film che nel tempo lasciera' un segno. Serena Colbelli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao serena!
      tulpa con tutti i suoi difetti lo vedo con un omaggio sincero al giallo italiano, non saprei dire se lascerà effettivamente il segno ma credo che importi anche poco vista la natura stessa del film.

      Elimina