24 settembre 2013

George Washington - David Gordon Green

george washington
Nel 2000 l'allora giovane regista David Gordon Green salì alla ribalta del cinema indipendente americano con questo George Washington, da lui scritto, diretto e prodotto.

Sebbene Green oggi sia noto più per i suoi film cazzaroni (Strafumati, Spaventapassere, Sua Maestà e la serie Eastbound & Down), i suoi primi passi furono all'insegna dell'autorialismo, del lirismo e della poetica. George Washington ci mostra, attraverso la voce narrante della 12enne Nasia, uno scorcio della vita di un gruppo di ragazzini del North Carolina con un'attenzione particolare per quella di George,  ragazzino costretto a tenere sempre all'asciutto e al sicuro con un casco il suo fragile cranio.

Il mondo che circonda i giovani protagonisti sembra un mondo parallelo, abbandonato dall'uomo e da Dio. Qui nulla accade se non tragici incidenti, sia grandi che piccoli sembrano destinati a dover fare solo discorsi senza futuro e a dover passare la loro vita tra i rottami, prima per gioco e poi per lavoro.

La macchina da presa di Green si limita più che altro a scrutare, senza mai giudicare e con molta modestia, questo mondo splendidamente fotografato da Tim Orr con i suoi avvolgenti colori caldi.

Cercate di recuperarlo, è davvero molto bello!

IMDb 

2 commenti:

  1. Molto interessante.
    Vedo se il muletto riesce a consegnarmelo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero che il muletto ci riesca, ne vale veramente la pena.

      Elimina