10 settembre 2013

Padroni di casa - Edoardo Gabbriellini

Padroni di casa segna la seconda opera da regista dell'attore Edoardo Gabbriellini dopo il così così, B.B. e il cormorano

Questa seconda opera, seppur nettamente migliore rispetto al precedente, gli manca come di mordente. Padroni di casa sarebbe dovuto essere, almeno negli intenti, un sorta di Cane di paglia italico ma, sebbene tutta la prima parte riesce a reggersi abbastanza bene, soprattutto grazie a Mastandrea e Germano, nella seconda e nel finale di perde. Sembra come se Gabbriellini abbia dato l'input e poi abbia affidato il resto del film al caso.

Si denota una scarsa costruzione di inquietudine, non c'è un vero crescendo di violenza e quando questa finalmente scoppia risulta più appiccicata che elevata... la si aspetta tanto ma quando arriva ha lo stesso risultato di quando arriva il tuo turno dopo aver fatto un'ora e mezza di fila alle poste.

Come dicevo, bravi i due protagonisti Mastandrea e Germano (e me l'aspettavo), un po' meno  bravo è il buon Morandi (ma l'attore non è il suo mestiere quindi ha le attenuanti del caso).

Peccato, le basi erano davvero ottime.

IMDb

4 commenti:

  1. bentornato! Era ora che ti facevi rivedere!

    RispondiElimina
  2. Anche secondo me il film avrebbe potuto dire qualcosa di più, anche se, grazie soprattutto a Mastandrea e Germano, non mi è spiaciuto del tutto.

    RispondiElimina