26 settembre 2013

Redemption - Steven Knight

Redemption
Sinceramente mi aspettavo molto di più da questo Redemption, al secolo Humminbird.

Un po' perché un film con Jason Statham per postulato è bello e un po' perché è scritto e diretto da uno che ha buttato giù la sceneggiatura di un film chiamato La promessa dell'assassino.

La cosa più straniante della pellicola, che mi ha lasciato veramente di stucco, è che sia proprio la sceneggiatura ad essere il punto dolente perché, pur ammettendo come plausibile che un soldato britannico riesca a disertare dall'Afghanistan e ritornare a Londra come barbone, non posso proprio abbozzare di fronte a tutte le incredibili coincidenze/botte di culo che vanno in soccorso del nostro eroe... senza menzionare alla "love story" con una suora, ovviamente dal passato oscuro.

Io con Jason - che in questo caso recita - ho sempre chiuso un occhio ad assurdità e tripli-salti mortali di sceneggiatura, ma stavolta considerando la firma e, diciamolo, le poche scene di mazzate debbo dire, mio rammarico, che proprio no. 

Mr. Knight avrei un piccolo consiglio: con Statham meno introspezione e più pugni
Lo sanno pure i bambini.

IMDb

4 commenti:

  1. Ma come, Frank!? A me invece è piaciuto, un bell'action "introspettivo": e poi vuoi mettere Statham che si fa la suora!? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. suora a parte sto tipo ha veramente più culo che anima... e la casa e la carta di credito e la macchina e i vestiti che non si sa come gli stanno precisi. orsù, ma che davero davero?

      Elimina
  2. Lo guarderò in ogni caso perchè Jason va visto a prescindere :-p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lei dice una delle cose più sacrosante del mondo :D

      Elimina